Arnaud de Puyfontaine (Foto Ansa)

Lagardère: chiusa l’Opa. A Vivendi il 57,35% del gruppo francese

Condividi

Al termine dell’opa, riaperta dal 27 maggio al 9 giugno, Vivendi detiene il 57,35% del capitale di Lagardère e il 47,33% dei diritti di voto teorici.

Questo risultato finale, “che conclude l’Opa amichevole depositata il 21 febbraio, conferisce però al gruppo francese solo il 22,45% dei diritti di voto, spiega una nota, in attesa dell’autorizzazione a prendere controllo di Lagardère da parte delle autorità garanti della concorrenza”.

Le ambizioni con Lagardère

“La strategia di Vivendi è quella di costruire un leader globale nei settori dei media, dei contenuti e delle comunicazioni”, si legge ancora nella nota nella quale la media company ha ribadito i suoi obiettivi di “rafforzare le forti ambizioni industriali attraverso investimenti significativi, in particolare in contenuti di qualità in Francia e all’estero; cogliere le opportunità di crescita esterna nei territori in cui Lagardère opera”.
“La partnership con Arnaud Lagardère, presidente e amministratore delegato di Lagardere e con il suo gruppo, si rimarcato, svolge un ruolo pieno in questa strategia”.