Carlo Messina (Foto LaPresse)

A Torino nasce Centai, lab per l’intelligenza artificiale sostenuto da Intesa Sanpaolo

Condividi

Nasce a Torino e avrà sede al grattacielo, Centai, laboratorio di ricerca avanzata per l’intelligenza artificiale. Il centro che si avvale di circa cinquanta tra ricercatori e scienziati riconosciuti a livello globale, nasce come societa’ per azioni, partecipata al 49% da Intesa Sanpaolo e controllata per il 51% dalla compagine scientifica, guidata da un Comitato Scientifico di riferimento di alto profilo internazionale.

Il cda sarà composto da Marco Ciurcina (Presidente), Paolo Benanti, Francesco Bonchi, Filippo Raiteri e, in rappresentanza di Intesa Sanpaolo, Paolo Maria Vittorio Grandi (Chief Governance Office), Stefano Barrese (Responsabile Divisione Banca dei Territori) e Massimo Proverbio (Chief It Digital Innovation Officer).

Il laboratorio è dedicato allo sviluppo di nuove metodologie di analisi dei dati e di soluzioni avanzate nell’Intelligenza Artificiale, sia a favore del Gruppo Intesa Sanpaolo, con particolare riferimento alle strategie di sviluppo della nuova Isybank, la banca digitale del Gruppo, sia per aziende e società esterne.

“Intesa Sanpaolo, grazie a questa ambiziosa iniziativa in collaborazione con eccellenze scientifiche internazionali, vuole aprire nuove strade nel campo dell’Artificial Intelligence – commenta ripreso da Adnkronos Carlo Messina, Consigliere Delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo – la trasformazione digitale e tecnologica del Gruppo avrà Torino come capitale e il nostro Grattacielo si conferma così cuore pulsante dell’innovazione”

“Con il nuovo Piano d’Impresa intendiamo anticipare i grandi cambiamenti legati all’innovazione tecnologica, investendo nello sviluppo digitale e puntando sulle migliori competenze. Il nuovo laboratorio Centai , avvalendosi dello studio e del contributo degli scienziati, potrà attrarre nuovi talenti. Un contributo concreto al territorio, un impegno costante verso la formazione e la crescita di nuove professionalità e competenze, un ulteriore passo per rendere il nostro Gruppo leader anche in ambito tecnologico”, conclude Messina.