Perché un colosso dell’auto come Renault ha bisogno di accreditarsi su TikTok?

Condividi

La notizia è segno dei tempi che viviamo: “Renault è il primo costruttore francese ad arrivare su TikTok, la piattaforma più dinamica e innovativa, con l’obiettivo di presentare tutte le sfaccettature della sua Nouvelle Vague”, scrive con orgoglio l’ufficio stampa di Renault.

Perché uno dei maggiori gruppi automobilistici con una storia centenaria, grandi creatività industriali ha bisogno di accreditarsi con il mondo dell’informazione, recitando la parte del fenomeno della modernità? Perché approda su TikTok? Sembra di sentire gli echi di certi comunicatori della moda che non avendo niente da raccontare parlano solo dei loro exploit sulla rete. Prima Instagram adesso TikTok. Il vuoto cosmico.

Renault – scrive una nota della casa automobilistica – è il primo costruttore francese ad arrivare su TikTok, la piattaforma più dinamica e innovativa, con l’obiettivo di presentare tutte le sfaccettature della sua Nouvelle Vague.


TikTok come tutti i canali di comunicazione ha senso se rappresenta la vita. Dai ragazzi che sparano cazzate, ai cuochi che cucinano piatti da tutto il mondo, a vecchi che ballano. Da un po’ di tempo il social strambotto è stato preso di mira dei comunicatori che cercano di interpretare questa realtà per i loro clienti. I creators, quelli veri, devono sbrigarsi a trovare una nuova piattaforma su cui migrare, prima di sparire soffocati dall’onda di falsità banali delle aziende.