Gianni Infantino (Foto LaPresse)

Fifa a supporto dell’Ucraina. Sospensione contratti e ok a trasferimento minori

Condividi

La Fifa ha approvato la proroga fino al 30 giugno dei contratti a termine che legano club ucraini e russi a giocatori e allenatori stranieri ingaggiati nelle rispettive federazioni calcistiche – Ukrainian Association of Football (UAF) e Football Union of Russia (FUR) -. Il provvedimento mira ad agevolare società, tecnici e atleti che non abbiano raggiunto un accordo entro il nuovo termine.

A giocatori e allenatori viene infatti data la possibilità di sospendere i contratti e di poter dunque raggiungere altri club dove riprendere gli allenamenti o continuare a giocare. Con l’estensione del regolamento federale in materia di tesseramenti e trasferimenti, la Fifa intende agevolare i club ucraini nella gestione dei rapporti di lavoro, e al contempo consentire a giocatori e allenatori impegnati con i club russi di lasciare il Paese per raggiungere altre destinazioni.

La Fifa ha inoltre esonerato i minori accompagnati in fuga dall’Ucraina dalla norma che vieta i trasferimenti internazionali dei giocatori che non abbiano ancora compiuto 18 anni. Agli atleti ucraini minorenni viene dunque data la possibilità di legarsi a club di altre federazioni. Infine, la Federazione non esclude l’adozione di ulteriori provvedimenti pensati per adattare la normative alle esigenze degli sportivi colpiti dal conflitto.