Guido Brera, Mario Gianani, Mario Calabresi (foto Stefania Casellati)

Chora Media si espande e compra Will Media

Condividi

Creare “il primo polo italiano dell’informazione nativa digitale in audio e video”. E’ l’obiettivo con cui Chora Media, la podcast company fondata da Guido Brera, Mario Calabresi, Mario Gianani e Roberto Zanco, ha acquisito il 100% di Will Media, media company nata a gennaio 2020 da Alessandro Tommasi, Imen Boulahrajane, Davide Dattoli e Francesco Fumagalli.

L’operazione, che è stata possibile – segnala il Corriere della Sera – attraverso un aumento di capitale per Chora, è stata guidata dagli studi legali Chiomenti e Bonelli Erede, Studio Laghi e Corti Fumagalli associati.

Gli obiettivi

Con l’acquisizione Chora Media punta a consolidarsi come editore cross-platform, spaziando dall’intrattenimento all’informazione con un occhio alle necessità di comunicazione di aziende e associazioni. E puntando al target di 30enni, vero patrimonio di Will.
Per Will la possibilità di accelerare il proprio sviluppo, completando la propria proposta commerciale, anche con nuove assunzioni, allargando l’attuale team di 35 persone, a maggioranza femminile.

Le due società – insieme contano su una community social di 2 milioni di persone e su oltre 3 milioni di ascolti medi mensili podcast – continueranno comunque ad avere identità editoriale distinta, pur sviluppando sinergie in ogni campo.

Tommasi resta alla guida di Will, Calabresi nel Cda

A livello societario, Tommasi rimane alla guida di Will come amministratore delegato della società IS Media, partecipando al Consiglio di Amministrazione di Chora. Calabresi, che dirige Chora e ne è ceo, entra nel CdA di Will. Responsabile dei contenuti e alla guida del team di autori e autrici di Will resta Francesco Zaffarano, giovane editor in chief con passate esperienze internazionali, scoperto proprio da Calabresi 8 anni fa. 

La copertina che ‘Prima Comunicazione’ ha dedicato alla nascita di Chora Media