Cannes Lions day 3, altri otto leoni italiani ma tutti per Publicis Italy-Le Pub

Condividi

Continua ad essere buona la raccolta di riconoscimenti della nostra compagine nazionale a Cannes. Altri otto leoni garantiti da Publicis Italy-Le Pub, che consegue 5 argenti e tre bronzi con protagonista ancora Heineken e poi Bottega Veneta

Cannes Lions 2022 foriero di premi per l’Italia anche dopo il terzo giorno di manifestazione. Ma senza ori e con la lista delle agenzie vincenti cortissima. E’ infatti Publicis Italy -Le Pub che porta a casa tutti e otto i leoni assegnati al nostro Paese. Lo fa innalzando a 18 premi complessivi il bottino transitorio italiano, e a 12 quello individuale dell’agenzia di cui è cco globale Bruno Bertelli.

In tema aziende, in particolare, da registrare i successi di due marche. Per Heineken, già abbondantemente vincente nelle prime due giornate, sono arrivati l’argento e il bronzo raccolti con ‘The Unwaisted Beer’ in, nell’ordine, Brand experience & activation e Creative Strategy (https://www.youtube.com/watch?v=98ya7Pmr7qQ).

Sempre in Brand experience & activation, c’è stato poi l’argento di ‘The Virtual Heineken Silver’ (case su youtube : https://www.youtube.com/watch?v=5GMBeRT2Brk), e il bronzo di ‘Boycott ADS’ (https://www.youtube.com/watch?v=a45kOl9BEvM), premiato quest’ultimo progetto col bronzo anche nella categoria Mobile.

Per la marca di birra, inoltre, bronzo in Creative Strategy anche conShutter Ads’ ( https://www.youtube.com/watch?v=X1ZFYJPpkNg).

Due argenti sono andati invece a Bottega Veneta in Brand experience & activation con ‘Bottega per Bottegas (https://www.youtube.com/watch?v=2DrSHtjDdII).

Quando mancano all’appello le ultime battute di un festival dell’advertising 2022 molto caratterizzato dall’assunzione di responsabilità sociale della manifestazione (tanto lo spazio di approfondimento e le connessioni con l’Ucraina in vari momenti degli incontri sulla Croisette), oltre che da quella delle marche, rimane certamente spazio per qualche altro successo della compagine nazionale. Il bottino italiano è destinato a diventare più robusto e almeno raggiungere quello delle dizioni precedenti. Ma con una domanda che rimane sotto traccia. Quali altre agenzie e marche riusciranno a ottenere i consensi delle giurie globali oltre alla solita Publicis Italy (e Heineken)? In questa edizione, almeno nelle prime due giornate, la lista di strutture vincitrici di un leone si era un po’ allungata. E c’è ragione di credere che qualcosa di positivo si vedrà. Da registrare che esiti genereranno le ‘entries’ accumulate in queste ultime ore. Altro busillis pendenti, arriveranno altri leoni d’oro e premi assoluti per i progetti italiani?