Philippe Donnet

Generali: il Cda vara nuova organizzazione. Riassetto per l’area Austria e Est Europa

Condividi

Via libera al riassetto voluto dall’ed Donnet, che premia i manager presenti nel gruppo. Smembrata l’area che guidava Cirinà

Il cda di Generali non ha ancora trovato un accordo sulla sostituzione di Francesco Gaetano Caltagirone, ma vara all’unanimità un nuova struttura organizzativa funzionale a raggiungere gli obiettivi del piano strategico 2021-2024.

Gli obiettivi

La nuova struttura è finalizzata – ha spiegato Generali in un comunicato – alla realizzazione delle priorità del piano strategico Lifetime Partner 24 Driving Growth, con gli obiettivi di rafforzare il ruolo di Group Head Office di indirizzo e coordinamento delle Business Unit; potenziare le leve per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza previsti dal piano e accelerare la trasformazione digitale; integrare la sostenibilità nel business; ridefinire il presidio organizzativo e geografico dei mercati e delle linee di business multi-country, per favorirne il coordinamento e le sinergie operative.

Nomine

Nel dettaglio, la riorganizzazione, effettiva da settembre, fa crescere i manager già presenti nel gruppo, con una nuova composizione del Group Management Committee (GMC).
A salire di grado è soprattutto Marco Sesana, attualmente country manager Italy e global business lines, nominato general manager di group head office. Si ricrea così la posizione che era stata di Frederic De Courtois.
Giancarlo Fancel, attualmente Group Chief Risk Officer, viene nominato Country Manager Italy al posto di Sesana. Carlo Ferraresi, attualmente CEO di Cattolica Assicurazioni, assume la carica di Group Chief Risk Officer, al posto di Fancel, ed entra a far parte del GMC.

Smembrata la divisione guidata da Cirinà

Tra le altre novità, c’è il riassetto della divisione Austria e Paesi dell’Est Europa che prima faceva capo a Luciano Cirinà, prima della sua discesa in campo nella lista del gruppo romano con l’obiettivo, mancato, di diventare ceo del gruppo assicurativo al posto di Donnet.
L’area viene smembrata, crando una nuova Business Unit, che include i paesi di lingua tedesca Germania, Austria e Svizzera, con a capo Giovanni Liverani, attualmente country manager Germany e, ad interim dopo il licenziamento di Cirinà, Austria & CEE Officer.

Stefan Lehmann, attualmente chief business officer exclusive sales di Generali Deutschland, viene nominato country manager Germany, con riporto a Liverani, ed entra a far parte del GMC. Jaime Anchústegui è confermato CEO International. Il perimetro della Business Unit International viene esteso ai Paesi dell’Europa dell’Est. Tutte le Global Business Lines – Generali Corporate and Commercial, Generali Employee Benefits e Arte Generali – vengono aggregate all’interno della nuova Business Unit France, Europ Assistance and Global Business Lines, guidata da Jean-Laurent Granier. A far data da oggi, Simone Bemporad, Group Chief Communications and Public Affairs Officer, che agirà anche come Portavoce del Gruppo, e Antonio Cangeri, Group General Counsel, entrano a far parte del GMC. (ANSA).