Lorenzo Casini e Luigi De Siervo (foto LaPresse)

Serie A, ecco il calendario. De Siervo: Dazn? Prezzo giusto per 380 partite

Condividi

Secondo l’ad della Lega, il calcio italiano sta crescendo all’estero. E sul tema accessi condivisi per Dazn dice: “è un paese in cui c’è sempre una tendenza ad approfittarsene”

Il Milan campione in carica debutterà in casa contro l’Udinese, mentre l’Inter seconda classificata partirà da Lecce.
Con i sorteggi per il calendario ha preso forma la Serie A 2022-2023.

Serie A in salute

“Lo stato di salute del calcio italiano è migliore del previsto. Lo vediamo dal prodotto televisivo. È cresciuta la qualità delle telecamere, i replay. Il nostro è il Var centralizzato più importante al mondo. Insomma, sta crescendo il prodotto in Italia e all’estero”, ha commentato l’amministratore delegato della Serie A Luigi De Siervo durante il sorteggio.

Rispetto alle stagioni l’anno calcistico in arrivo ha l’anomalia dei mondiali in versione invernale, con lo stop da novembre a gennaio. Un aspetto che andrà a incidere anche sui tornei nazionali.
“Il campionato quest’anno rischia di essere molto difficile per la preparazione spezzata in due e per l’incognita delle coppe”, ha detto a questo proposito De Siervo. “Ma sono sicuro che anche quest’anno sarà un ottimo campionato. Ci interessa chi vince, ci interessano le coppe europee, come anche il fondo della classifica che quest’anno ci ha emozionato”, ha ribadito guardando a quanto accaduto poche settimane fa.

calendario_serie_a_tim_2022-2023__all._cu_313_del_24_06-2022_

Il fascino dei derby

Scorrendo l’elenco degli scontri, il confronto diretto tra Milan e Inter ci sarà nella quinta giornata, mentre il derby della Mole sarà alla decima giornata, alla 13esima quello Romano.
“I derby sono le partite più belle, quelle che all’estero piacciono e vanno molto bene. Poi i derby vogliono dire storia, ma anche tanta organizzazione, come il rapporto stretto con il ministero dell’Interno”, ha commentato a proposito dei confronti cittadini il presidente della Lega, Lorenzo Casini. “Purtroppo per la nuova stagione abbiamo perso il derby della Lanterna”, ha ricordato.

De Siervo: Dazn? Prezzi corretti per la Serie A

Inevitabile un accenno alle polemiche sorte sui prezzi di Dazn. “La Lega Serie A crede che il prodotto calcio abbia una grande forza commerciale. C’è stata una promozione l’anno scorso abbonandosi a 19 euro, ma poi è diventato 29 euro, il prezzo reale che è quello che c’è in tutta Europa. È il prezzo corretto per un campionato di 10 mesi e che ha 380 partite”, ha commentato De Siervo.
“Quello che è successo è che sono stati limitati gli accessi, ma purtroppo questo è un paese in cui c’è sempre una tendenza ad approfittarsene”, ha proseguito De Siervo.

“E non scordiamoci che questo è un paese in cui ogni anno si perdono oltre 260 milioni per la pirateria, soldi che finiscono nelle mani della criminalità organizzata e che vengono sottratti alle squadre, quindi campioni che non arrivano nel nostro campionato”.

Sul tema pirateria ha detto la sua anche Casini, invocando collaborazione con le istituzioni. “Bisogna dare all’autorità pubblica l’autorizzazione all’immediata rimozione dei contenuti pubblici. Se la partita è in diretta e si interviene dopo, il danno è già fatto”.