Lorenzo Casini e Luigi De Siervo (foto LaPresse)

I Diritti tv Serie A dell’area Mena ad Abu Dhabi Media

Condividi

Contratto di tre anni ad andamento incrementale e con la previsione di bonus supplementari al determinarsi di performance realisticamente raggiungibili del prodotto

I diritti tv della Serie A ad Abu Dhabi Media. Svolta, o quanto meno sblocco, di una antipatica situazione di stallo. L’assemblea della Lega Serie A tenutasi questo pomeriggio, ha finalmente deciso sulla cessione dei diritti tv del massimo campionato nell’area Mena – Middle East e Nord Africa – che fino ad oggi non erano stati aggiudicati. I presidenti hanno votato a favore dell’offerta presentata da Abu Dhabi Media per i prossimi tre anni. Ma non c’è stata l’auspicata unanimità. Sui venti votanti, infatti, sono stati 16 i favorevoli, si sono astenute Fiorentina e Napoli, mentre hanno votato contro Roma e Torino. Decisiva, ha sottolineato il presidente della Lega, Lorenzo Casini, è stato la modifica sulla durata ammessa per la cessione, restrittiva, prevista nella Legge Melandri. Casini ha smentito le tensioni che sarebbero sopraggiunte con l’ad Luigi De Siervo nella fase finale delle trattative.

Lorenzo Casini e Luigi De Siervo (foto LaPresse)
Lorenzo Casini e Luigi De Siervo (foto LaPresse)

 “Non ci sono state mai tensioni, dopo tanto tempo BeIN ha deciso di entrare nella trattativa che andava avanti con Abu Dhabi proponendo una nuova offerta ma c’erano perplessità nell’impegnarsi per un periodo superiore ai tre anni in quell’area”. Abu Dhabi Media garantirà prima 23, poi 25 e infine 31 milioni di dollari nel triennio a venire, ma con un meccanismo che consente un incremento in base al rendimento del prodotto. Casini ha spiegato che “ci sono stime che dicono che in base al bacino d’utenza si possono avere altri 20 milioni”.