Sabato, domenica e lunedì. La musica del weekend

Condividi

A Spoleto arriva la soprana direttrice Barbara Hannigan, al Piccolo le marionette dei Colla si muovono sulla partitura di Verdi, il jazz a Forlì e la musica più golosa in Piemonte. Un appuntamento per ricordare Falcone e uno per non dimenticare come eravamo

Barbara Hannigan

Hannigan, direttrice e cantante

Sabato, nella piazza del Duomo di Spoleto, il Festival dei due mondi presenta il primo dei quattro concerti di Barbara Hannigan. Soprano e direttrice d’orchestra, accoppiata unica nel mondo musicale, Hannigan nella ‘Voix humaine’ si trasforma nella sofferente Elle, chiusa in un mondo tra fantasia e realtà. Il concerto è accompagnato dal live video di Clemens Malinowski, con la regia di Denis Guéguin e di Barbara Hannigan stessa, che permette al pubblico di vedere la protagonista in ripresa ravvicinata.

Federico Ferrero

Musica per la gola

Sabato a Cavagnolo (To) una serata di ‘Parole & Musica’. Ospiti il 69enne Eugenio Finardi e il giornalista e dj Massimo Cotto. L’evento fa parte di Monferrato On Stage, festival che unisce l’enogastronomia alla musica. Direttore gastronomico, impegnato a curare il menu della serata con tre variazioni di carne cruda e insalata monferrina, servite insieme a calici di Ruchè, è Federico Ferrero, vincitore della terza edizione di ‘MasterChef’.

Marionette con happy end

Fino a domenica è di scena al Piccolo Teatro Grassi di Milano la ‘Aida’ di Carlo Colla & Figli. La celebre compagnia di marionettisti ha spesso portato in scena spettacoli legati al melodramma, che ben si presta con le sue storie di eroi e malvagi, amori e duelli. In ‘Aida’ le marionette si muovono sulla musica di Giuseppe Verdi, con parti cantate e parti recitate. Il finale però ribalta quello verdiano: il pubblico che affollava il Gerolamo (unico teatro europeo a fine ‘800 dedicato alle marionette), pretese non la morte ma la fuga di Radames e Aida verso le sognate ‘foreste imbalsamate’.

William Parker

Domenica jazz

Domenica a Forlì, all’Arena San Domenico, si esibisce William Parker, contrabbassista che da mezzo secolo è protagonista del free jazz americano. Con lui, il vibrafonista italiano Pasquale Mirra e il batterista Hamid Drake. Il concerto è un assaggio in anteprima del ‘Forlì Open Music 2022’ che si terrà in novembre 2022, organizzato da Area Sismica.

Claudio Martelli

Per non dimenticare

Il 23 maggio 1992, quando Giovanni Falcone veniva assassinato con la moglie e la scorta, Claudio Martelli era ministro della Giustizia. Trent’anni dopo la strage di Capaci, l’ex ministro ed ex delfino di Bettino Craxi torna a parlare del magistrato, di cui in quell’ultimo anno di vita fu uno dei pochissimi sostenitori. La ricostruzione dell’emarginazione e degli attacchi più o meno diretti subiti da Falcone si può leggere nel libro di Martelli ‘Vita e persecuzione di Giovanni Falcone’ (La nave di Teseo). E lui stesso ne parla domenica in uno degli incontri di ‘Lungomare libri’, organizzato a Bari dal Salone del libro di Torino.

Caterina Caselli

Come eravamo

‘Scena – Il cinema lungo il Tevere’, rassegna romana estiva di film e incontri, lunedì ha per protagonista Steve Della Casa. Il direttore del Torino Film Festival presenta il documentario ‘Nessuno ci può giudicare’, di cui è anche regista con Chiara Ronchini. Nel film, interviste a Rita Pavone, Caterina Caselli, Ricky Gianco, Shel Shapiro e altri artisti degli anni ‘60. Compresi due minuti inediti persino dei Beatles che suonano, ritrovati nell’archivio dell’Istituto Luce.