Ferpi salta l’elezione del presidente

Condividi

La mozione del gruppo di Filippo Nani affonda la Commissione Elettorale

“Le dimissioni della Commissione Elettorale e di Garanzia, a seguito di una mozione presentata durante l’Assemblea dei Soci FERPI, ha determinato la chiusura anticipata dei lavori e il posticipo dell’elezione del Presidente per il prossimo triennio.” Con questo tweet la Ferpi comunica un terremoto che segnerà il futuro della Federazione dei professionisti delle relazioni pubbliche.

Filippo Nani

La mozione presentata dai componenti della squadra di Filippo Nani, più altri sostenitori, tra tutti si calcolano più di trenta soci Ferpi, contestava la decisione della Commissione Elettorale e di Garanzia di considerare irricevibile la candidatura di Filippo Nani a Presidente Ferpi perché era stata presentata fuori tempo massimo, in ritardo di circa sette ore sul termine della mezzanotte del 28 giugno, decisione confortata dal parere legale dello studio Munari Cavani.

Rubén Abbattista

Nani e la sua squadra, non si erano dati per vinti e hanno deciso di attaccare i membri del Commissione a partire dal presidente Rubén Abbattista, che malgrado anni di battaglie come portavoce a fianco dell’ex sindaca di Torino, Chiara Appendino, in questo caso non ha retto lo scontro e ha deciso di lasciare il campo dando le dimissioni.

Mandati in frantumi i regolamenti su cui finora si sono organizzate le elezioni, ci sarà da capire come ricostruire il sistema di regole necessario per arrivare a una nuova competizione elettorale e per garantire rapporti interni civili. Toccherà alla presidente uscente Rossella Sobrero cercare di rattoppare gli strappi.

Le tappe della vicenda