Stile Italia Edizioni, 11 licenziamenti. Il Cdr: usare ammortizzatori sociali

Condividi

Tagli nelle testate Cucina Moderna, Sale&Pepe, Starbene, Tustyle e Confidenze che l’editrice di Maurizio Belpietro ha acquisito da Mondadori

Undici giornalisti delle testate Cucina Moderna, Sale&Pepe, Starbene, Tustyle e Confidenze, edite da Stile Italia Edizioni (Sie), società milanese che fa capo al direttore de La Verità Maurizio Belpietro, sono stati licenziati.

Lo ha reso noto il Comitato di redazione del gruppo editoriale, il 2 luglio, – dopo essere stato informato della riduzione del personale dall’azienda -, che chiede a Belpietro di ritirare la decisione e di usare gli ammortizzatori sociali “intonsi”. L’organismo sindacale, segnala l’agenzia Ansa, contesta che “non siano stati utilizzati nessuno degli ammortizzatori sociali che consentirebbero di mantenere l’occupazione per diversi anni potendo attuare una politica editoriale di rilancio”.

Il Cdr rileva anche che “malgrado in questi mesi non ci sia stata una cessazione di attività e le colleghe e i colleghi abbiano lavorato oltre l’orario contrattuale per senso di responsabilità, senza che venissero pagati gli straordinari, si è arrivati senza motivo a dei licenziati in tronco”.

“Il sindacato ai tavoli – conclude l’organismo sindacale sostenuto dalla Alg-Fnsi – ha chiesto più volte di incontrare i direttori per capire che organizzazione intendessero dare alle riviste, ma questi non hanno mai partecipato.
Il gruppo nel frattempo ha acquisito altre testate dalla Mondadori e lanciato un nuovo quotidiano. Eppure Stile Italia Edizioni è andata avanti e non ha esitato ‘a tagliare’ i giornalisti”.