pc (Photo by Sergey Zolkin on Unsplash)

L’adv digitale rallenta la crescita, ma resta in positivo. Fcp: elementi di incertezza

Condividi

Maggio chiude in negativo (-1%), ma il progressivo da inizio anno registra una crescita dello 0,9%

Gli investimenti pubblicitari sul digitale chiudono il mese di maggio 2022 con un lieve decremento (- 1,0%), rispetto al corrispondente periodo del 2021. Lo certificano i dati rilevati dalla società Reply nell’ambito dell’Osservatorio Fcp-Assointernet che da inizio anno (gennaio-maggio) registrano una crescita dello 0,9%, per un valore pari a 184 milioni di euro.

Dati-Osservatorio-Fcp-Assointernet-Maggio-2022

Le analisi in termini di device evidenziano nei primi cinque mesi dell’anno una lieve crescita sia della voce ‘smartphone’ (+0,4%) che della componente ‘Desktop/Tablet’ (+1.2%).
Nel medesimo periodo si registra un incremento della fruizione dei contenuti pubblicitari tramite ‘App’ (+2,9%), alla quale si affiancauna sostanziale tenuta della modalità ‘Browsing’ (+ 0,7%).

Nel corso dei primi cinque di quest’anno si conferma il favorevole trend di numerosi comparti economici. Particolarmente significativa la crescita dei settori ‘Tempo libero’ e ‘Turismo Viaggi’, mentre si confermano in positivo anche i segmenti ‘Abbigliamento’, ‘Finanza/Assicurazioni’,’Edilizia.

Il commento del presidente Giorgio Galantis

“Il riscontro sui primi cinque mesi dell’anno è sostanzialmente positivo”, rileva Giorgio Galantis presidente Fcp-Assointernet. “Nell’attuale contesto, che vede il perdurare di diversi elementi di incertezza, viene confermata la centralità del digital nell’ambito del media mix delle aziende, grazie alla grande varietà di contenuti di qualità proposti e formati pubblicitari disponibili, unita alla sempre più spiccata capacità delle concessionarie Associate nel saper creare progetti ad hoc di successo per le aziende.”