Treni storici e concerti. L’iniziativa di FS per le ferrovie del Sud

Condividi

Da Palermo fino a Salerno sulle note di Haydn e Gershwin. È l’iniziativa ‘Tempo Binario’, organizzata da Ferrovie dello Stato in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, che ha visto il quintetto di fiati dell’Orchestra esibirsi dal 15 al 17 luglio nelle stazioni di Palermo, Taormina, Lamezia Terme e Salerno, come anche nei concerti istituzionali che si sono tenuti a bordo della Nave Iginia ormeggiata a Messina e sul lungomare Falcomatà di Reggio Calabria. I musicisti hanno viaggiato a bordo dei treni storici Gran Confort e Arlecchino, che hanno attraversato il mezzogiorno per offrire ai viaggiatori in transito brevi performance musicali.

Tempo Binario è stata l’occasione per riportare l’attenzione sulle ferrovie del meridione. Sicilia, Calabria e Campania sono infatti le regioni per le quali PNRR e Piano industriale 2022/2031 di Ferrovie dello Stato prevedono importanti interventi di riqualificazione. Degli oltre 190 miliardi di euro di investimenti annunciati da Gruppo FS per i prossimi dieci anni, circa il 60% interesserà il trasporto di merci e persone del sud Italia.

L’obiettivo è ridurre il gap con le infrastrutture delle altre regioni, migliorando i collegamenti con gli imbarchi alle navi veloci, prevedendo il recupero degli spazi interni ed esterni alle stazioni e ripensando la funzionalità dei servizi offerti.