Thomas Bach (Foto Ansa)

Olimpiadi. Parigi 2024 una nuova era all’insegna dell’inclusione “Ouvrons Grand les Jeux”

Condividi

“A due anni dall’inizio dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach ha espresso la percezione dell’inizio di una ‘nuova era’ dei Giochi Olimpici”, concetto che “ha fatto seguito all’incontro di ieri con il presidente francese Emmanuel Macron e alla visita agli uffici di Parigi 2024”. Lo scrive il Cio in una nota ripresa da Adnkronos.

“Tra due anni, il mondo sarà accolto a Parigi per quella che sarà una nuova era per i Giochi Olimpici: equilibrata nel genere, con un programma sportivo giovane e urbano, nuove esperienze e un nuova generazione di olimpionici e tifosi olimpici. Arricchiti dall’esclusiva ospitalità cultura,le e calorosa, del popolo francese, non vediamo l’ora che arrivino quelli che saranno dei Giochi epocali. Auguro a tutti gli atleti che sono sulla strada per Parigi buona fortuna per le loro qualifiche olimpiche”.

Guardando al futuro, Bach ha proseguito: “Spinti dalla creatività, capacità di adattamento e professionalità, i progressi compiuti dagli organizzatori di Parigi 2024 ci danno grande fiducia. Parigi 2024 sta abbracciando le raccomandazioni dell’Agenda Olimpica 2020. Sostenibilità, eredità e inclusione sono al centro della loro strategia, che, a due anni dalla fine, sta già contribuendo all’impatto positivo che i Giochi stanno avendo prima ancora che la competizione abbia inizio”.

Il traguardo di oggi segna l’inizio del conto alla rovescia ufficiale per i Giochi, con più di 100.000 atleti in tutto il mondo che ora rivolgono la loro attenzione alla qualificazione. Nei prossimi due anni si svolgeranno più di 3.000 eventi di qualificazione olimpica. Per la prima volta nella storia di eventi del genere, molti di essi saranno identificabili dall’etichetta Paris 2024 Qualifier, presentata in occasione degli Street Skateboarding Championships di Roma il mese scorso. Ciò è guidato dall’obiettivo di supportare, celebrare ed elevare gli atleti nel loro cammino verso i Giochi Olimpici, come stabilito nell’Agenda Olimpica 2020+5. La cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Parigi 2024 si svolgerà il 26 luglio, mentre i Giochi si concluderanno l’11 agosto. I Giochi Paralimpici di Parigi 2024 si terranno poi dal 28 agosto all’8 settembre.

Inoltre, riporta Ansa, gli organizzatori delle Olimpiadi di Parigi 2024 hanno svelato lo slogan ufficiale dell’evento: “Ouvrons Grand les Jeux” (‘Spalanchiamo i Giochi’). Unico per i Giochi olimpici e paralimpici, lo slogan vuole essere sinonimo di inclusione delle persone con disabilità, apertura ai territori “da Versailles a Saint-Denis”, dove si svolgeranno diversi eventi, e testimonianza dell’ “audacia, della creatività e dello lo spirito d’avanguardia che costituiscono l’identità della Francia”, secondo il Comitato Organizzatore (Cojo). Lo slogan è stato annunciato insieme a un video che promette che le Olimpiadi e le Paralimpiadi saranno le “più veloci”, “più alte” e “più forti”, oltre che “più inclusive, più fraterne, più belle”. È “un invito al mondo intero a provare nuove emozioni, insieme. I nostri giochi sono una promessa di esperienze senza precedenti e sentimenti potenti”, hanno affermato ancora gli organizzatori. Per i due eventi saranno venduti un totale di 13 milioni di biglietti, con quasi la metà di quelli riservati al pubblico che costerà meno di 50 euro. Eccetto che per le cerimonie di apertura e chiusura, i prezzi degli eventi andranno da 24 euro a un massimo di 950, hanno affermato gli organizzatori. I pacchetti comprendenti i biglietti per tre eventi separati saranno disponibili a partire da 72 euro e saranno in vendita da febbraio. Sempre oggi, il presidente francese Emmanuel Macron ha riunito i principali ministri per discutere le crescenti preoccupazioni sui costi e sulla sicurezza per il mega-evento. Il principale organismo di controllo francese, la Corte dei conti, ha suggerito tra l’altro di ridimensionare l’ambiziosa cerimonia di apertura, che secondo i programmi si svolgerà sulla Senna e prevede una flotta di 200 barche e circa 600.000 spettatori.