Nel prossimo Sinodo il Papa ascolterà anche il ‘sesto continente’, quello digitale

Condividi

Il Papa, nel processo di ascolto avviato con il Sinodo, coinvolge la rete attraverso i “missionari digitali”. “Papa Francesco vuole ascoltare anche il ‘sesto continente’, cioè quello digitale, per il prossimo Sinodo dei vescovi. Abbiamo sempre tante cose da dire sui social e questa è l’occasione vera per farlo. Non importa che tu sia credente, non importa che tu sia cattolico”, scrive su Facebook – ripresa da Ansa – una di questi missionari scelti per questa missione, suor Naike Monique Borgo.

L’invito è quello di compilare un questionario nel quale si misurerà il rapporto della gente con la Chiesa, con tutte le sue criticità. I ‘missionari digitali’ saranno attivi nella rete con messaggi in diverse lingue tra le quali l’italiano, l’inglese, il francese, lo spagnolo, il portoghese, filippino, indi. Ma il progetto è in via di sviluppo. L’obiettivo è intercettare le persone che la Chiesa non potrebbe intercetta diversamente. A coordinare il progetto è monsignor Lucio Adriàn Ruiz, segretario del Dicastero per la Comunicazione. Il “sesto continente”, quello digitale, avrà anche una rappresentanza al Sinodo dei vescovi.