Twitter punta sui podcast: “un altro modo per investire”

Condividi

Twitter compie un importante passo nel mondo dei podcast, che diventano parte integrante della sezione Spaces. Questa raccoglie le conversazioni audio dal vivo, ispirandosi all’app Clubhouse.

A differenza dei contenuti live odierni, con i podcast si possono pubblicare i file in modo che restino online più tempo, ricercabili da un pubblico più ampio.

“Si tratta di un altro modo per continuare a investire nei creatori di audio” ha affermato Twitter in un post sul blog ufficiale. La scheda Spaces viene completamente ridisegnata in modo che gli utenti possano accedere in maniera semplice sia ai live che ai podcast registrati, divisi per argomento. Il lancio interessa un primo gruppo di utenti sia iOS che Android che hanno impostato l’app in lingua inglese.

Al momento, sono online solo le conversazioni in tale lingua, sebbene provenienti da qualsiasi parte del mondo. Probabilmente in futuro Twitter aprirà la sezione podcast anche ad altri linguaggi.

L’azienda ha spiegato che gli iscritti possono filtrare i podcast in base a interessi quali ultime notizie, musica e sport. Secondo una ricerca interna, il 45% degli utenti di Twitter ascolta mensilmente anche i podcast su altre app. Pertanto, il fine della società è far si che le persone restino più tempo sulla piattaforma, preferendola, ad esempio, a nuovi concorrenti come Spotify.

Parag Agrawal, ceo di Twitter

“Sappiamo che alcune discussioni richiedono più di 280 caratteri e avvicinare le persone alle idee, ai contenuti e ai creatori che conoscono e amano è fondamentale per Twitter, indipendentemente da dove si svolgono le conversazioni” le parole dell’azienda americana. La piattaforma Spaces, riporta Ansa, risale al 2020 e consente agli utenti di ospitare e partecipare a stanze audio dal vivo. Da allora, Twitter ha introdotto numerose nuove funzionalità nella sezione, inclusa la possibilità di registrare le sessioni per ascoltarle in seguito.

“I fan adorano sapere quando i loro podcast preferiti arrivano con una nuova stagione. Sia i creatori emergenti che quelli affermati potranno utilizzare Twitter per espandere e informare il proprio pubblico”.