(foto Ansa)

Ita, il Mef sceglie il consorzio con Certares, Delta e Air France

Condividi

Per il controllo della compagnia aerea superata la cordata formata da Msc e Lufthansa.

Nel futuro della compagnia aerea Ita c’è il consorzio formato dal fondo Certares Management Llc, Delta Airlines Inc. e Air France-Klm S.A. Lo ha comunicato il Ministero dell’economia e delle finanze, escludendo quindi l’altra cordata in corsa, formata da formata da Msc e Lufthansa.

I termini dell’accordo

Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, tra i termini contenuti nella proposta della cordata scelta prevede che il fondo Usa acquisti il 50% più un’azione della società, più del 40% previsto nella prima offerta, di fatto privatizzandola.
Al Mef la possibilità di nominare il presidente del Cda ed esprimere il gradimento per l’ad.
Il valore iniziale di Ita viene confermato in 700 milioni ma poi diveta di 1.950milioni con due aumenti di capitale sottoscritti rispettivamente dal ministero (650 milioni) e da Certares (600 milioni).

Il comunicato Mef su Ita

“Ad esito della procedura disciplinata dal Dpcm 11 febbraio 2022 e finalizzata alla cessione del controllo di ITA S.p.A., si legge in una nota, sarà oggi avviato un negoziato in esclusiva con il consorzio formato da Certares Management LLC, Delta Airlines Inc. e Air France-KLM, la cui offerta è stata ritenuta maggiormente rispondente agli obiettivi fissati dal Dpcm.”

“Alla conclusione del negoziato in esclusiva, si procederà alla sottoscrizione di accordi vincolanti solo in presenza di contenuti pienamente soddisfacenti per l’azionista pubblico”.

Air France-Klm: pronti a essere partner operativo

“Air France-Klm accoglie con favore l’annuncio del governo italiano di concedere l’esclusiva al consorzio guidato da Certares per la fase successiva dei negoziati volta ad una potenziale acquisizione di una quota in Ita Airways. Se l’operazione andrà a buon fine, Air France-Klm diventerà un partner commerciale ed operativo della compagnia”.
Così Air France-Klm in una nota, precisando che al momento “non entrerà nel capitale di Ita”.

Certares, fermamente convinti della nostra visione

“Siamo fermamente convinti della nostra visione per lo sviluppo della compagnia, che speriamo di poter attuare al raggiungimento degli accordi definitivi e vincolanti”, ha commentato il fondo Certares. “Lavoreremo nelle prossime settimane con il Mef, con Ita, i nostri partner del consorzio Delta e AirFrance-Klm e tutti gli stakeholder coinvolti per arrivare a questo obiettivo”.

Il commento di Lufthansa

“Dal nostro punto di vista, la nostra offerta congiunta con Msc era e continua ad essere la soluzione migliore per Ita”, sono state le parole con cui Lufthansa ha commentato la decisione del Mef. “Prendiamo atto della decisione del governo italiano di intraprendere una strada che consenta una maggiore influenza dello Stato e non preveda una completa privatizzazione di Ita”.