Nella foto, da sinistra: Paolo Pilotto, Beppe Sala, Attilio Fontana, Angelo Sticchi Damiani, Marco Tronchetti Provera, Geronimo La Russa e Giuseppe Redaelli

F1: nell’anno del centenario, Monza si accende per il Gp

Condividi

La tre giorni di F1 cuore delle celebrazioni per i 100 anni di Monza. Domenica la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e l’inno cantato da Andrea Bocelli

Tradizione e storia, ma anche innovazione e sostenibilità. L’Autodromo di Monza si prepara a ospitare il Gran Premio di F1 Pirelli d’Italia, in programma sul circuito brianzolo dal 9 all’11 settembre.
Una tre giorni da “tutto esaurito”, come hanno raccontato gli organizzatori alla conferenza stampa di presentazione per quello vuole essere “uno spettacolo nello spettacolo”. L’appuntamento infatti, non solo è uno tra i più attesi nel calendario del mondiale – per la bellezza del circuito e il suo fascino -, ma anche perchè, nel 2022, va a coincidere con le celebrazioni per il centenario della struttura.

Parte della storia dell’automobilismo

Costruito in poco più di 100 giorni nel 1922, l’autodromo di Monza è per età il terzo più vecchio al mondo, ma il più longevo tra le piste ancora “in attività”. Tutti tasselli che hanno messo in modo un complesso apparato organizzativo per rendere degno onore alla ricorrenza.
Aci, in prima fila, ha messo già a segno diverse iniziative, come la partnership con Ita Airways – che ha dedicato 4 aerei della sua flotta a personaggi del motorsport -, la brandizzazione di un convoglio della m5, ma è al lavoro con altri partner come Eni e Intesa.

L’impegno di Aci

“Come AutomobilClub abbiamo investito tanto su Monza da quando organizziamo il Gran Premio”, ha sottolineato Angelo Sticchi Damiani, presidente di Aci, che non ha mancato di ricordare il sostegno che arriva dalle istituzioni, dal Governo e da Regione Lombardia.
Ma da sole la storia e la tradizione non bastano. “La sfida è guardare al futuro. La F1 sta crescendo e sta cambiando. E anche le nostre strutture vanno adeguate, sanando i piccoli acciacchi dovuti all’età”, ha spiegato riferendosi ai lavori di ammodernamento che, sempre grazie al sostegno delle istituzioni dovrebbero partire nei prossimi mesi.

“L’impegno è pensare ai prossimi 100 anni rinnovando l’impianto con un occhio al green e alla sostenibilità” ha rimarcato Geronimo La Russa, presidente dell’AutomobilClub Milano.

Il sostegno delle istituzioni

Per raggiungere tutti questi risultati diventa indispensabile fare sistema, come hanno ribadito i rappresentati delle istituzioni presenti, da Paolo Pilotto, neo eletto sindaco di Monza, Beppe Sala, sindaco di Milano, e il Governatore di Regione Lombardia, Attilio Fontana.
“Il GP è uno degli eventi più importanti che si tengono in Lombardia e nell’intero Paese”, ha rimarcato Fontana. “Un’iniziativa strategica, capace di promuovere lo sviluppo delle imprese e l’attrazione di investimenti”.

Monza debutta nel metaverso

Il futuro per Monza non passa solo da un rilancio strutturale, ma anche dal metaverso. La presentazione è stata l’occasione per il presidente dell’autodromo Giuseppe Redaelli di tenere ufficialmente a battesimo il Monza MetaCircuit con il debutto nella realtà virtuale.

Pirelli e i suoi 150 anni

Il 2022 coincide con un altro compleanno tondo per il mondo dei motori. Pirelli, fornitore unico delle gomme per la F1, festeggia infatti 150 anni. La società per la prima voltà è anche naming sponsor della gara.
“Monza per il mondo dell’automotive è un orgoglio ed è una vetrina importantissima per il paese”, ha detto Marco Tronchetti Provera, vicepresidente esecutivo e ceo di Pirelli. “L’autodromo, ha aggiunto, vive di questa grande passione di voler continuare a competere”.