Bob Iger (foto Ansa)

Twitter, l’ex ceo di Disney Iger: account falsi già nel 2016

Condividi

Anche la media company, qualche anno fa interessata al social, aveva riscontrato una presenza ‘sostanziale’ di account fake

Elon Musk non sarebbe il primo potenziale acquirente di Twitter a storcere il naso per la presenza di account falsi sul social. Qualcosa di simili, ma non in una fase di trattative avanzate, era successa a Bob Iger, ex numero uno di Disney.

L’intersse per il social nel 2016

Nel 2016 la media company stava valutando un possibile acquisto del social. Valutazione rimasta tale e mai sfociata in negoziati concreti, anche per la presenza di una “parte sostanziale” di utenti falsi.
Da Iger non ha è arrivato nessun dettaglio per quantificare questa percentuale, anche se il manager, nel suo libro di memorie citato da Reuters – The Ride of a Lifetime -, ha indicato l’hate speech come il vero fattore che ha impedito di procedere con l’operazione.

Il mese prossimo la battaglia in Delaware

I commenti di Iger arrivano nel mezzo della battaglia legale che contrappone Musk e Twitter sulla mancata conclusione dell’operazione di acquisto del social. L’imprenditore, ricordiamo, ha indicato uno degli elementi chiave del suo passo indietro il numero di account falsi presenti su Twitter che la piattaforma continua a stimare attorno al 5%.