Stefano Domenicali (Foto Ansa)

F1, Domenicali striglia Monza: qui podio iconico, ma servono fatti

Condividi

Il clima di festa che si respira a Monza, alla vigilia del week end del Gran Premio d’Italia, che celebra anche i 100 anni dell’impianto, non basta per mettere al riparo il circuito dai problemi che lo attanagliano e che potrebbero rendere più difficoltosa la sua presenza nel calendario di F1.
Per ora Monza ha con F1 un contratto fino al 2025, ma per il futuro servono degli interventi che non possono essere rimandati. A ricordarlo questa volta è stato l’ad e presidente di F1, Stefano Domenicali.

“La Formula 1 vuole assolutamente Monza per quello che rappresenta e tutto l’indotto e viceversa”, ha detto ai microfoni di Sky. “Il podio di Monza è iconico e la Formula 1 è al top degli sport mondiali”.
“Ma poi c’e’ bisogno dei fatti quando di parla di sistemi complessi”. “Qualcosa deve essere corretto”, ha aggiunto, “se un sistema vuole un Gp c’è bisogno che tutti remino dalla stessa parte”.

L’impegno di organizzatori e istituzioni

Un invito a fare sistema, che arriva a pochi giorni dalla conferenza stampa che ha aperto ufficialmente la settimana italiana della Formula 1, in cui da più parti, le autorità e le istituzioni hanno ribadito l’intenzione di lavorare in sinergia, a più livelli. Mentre il presidente di Aci Angelo Sticchi Damiani ha auspicato l’avvio di lavori e interventi – già pianificati – nei tempi stabiliti.