L’Inter perde su Sky e Infinity ma oscura il super Napoli su Prime

Condividi

Turno di Champions League amaro per le italiane impegnate. La Juve ha perso con il PSG, l’Inter con il Bayern Monaco, il Milan ha pareggiato con il Salisburgo. Unica, eccellente vittoria quella del Napoli in casa con il Liverpool. Un match che però, trasmesso da Amazon Prime, è stato alla fine coperto dalla sfida di San Siro ed ha ottenuto – si può dedurre dai dati di Studio Frasi sull’ascolto non riconosciuto di Auditel – pochi spettatori in tv.

L’Inter perde in casa due a zero contro il Bayern Monaco, ma ottiene un buon seguito in tv. Ieri, mercoledì 7 settembre, dovendo scegliere tra il match di Champions League in onda su Sky e Infinity e Napoli-Liverpool, in onda in concomitanza solo su Amazon Prime, molti tra gli spettatori che avevano a disposizione tutte e due le opzioni hanno scelto la partita dei nerazzurri.

Male le italiane al martedì

 Il turno della competizione continentale per club è stato complessivamente sfortunato per i club nazionali. La Juve al martedì ha perso fuori casa con il PSG per due a uno, raccogliendo però un buon seguito di pubblico: 5,055 milioni di spettatori con il 26,87% su Canale5 e 625mila spettatori e il 3,32% di share su Sky.

Complessivamente, e senza considerare l’ascolto su Infinity, il match contraddistinto dalle prodezze di Kylian Mbappè ha quindi portato a casa 5,7 milioni di spettatori ed il 31% di share; un bilancio che conferma la tenuta televisiva della manifestazione, per lo meno sulle piattaforme più popolari.

Mercoledì pay in chiaroscuro

Ieri, invece, al mercoledì, Inter-Bayern Monaco su Sky ha prodotto 808mila spettatori ed il 4,8% di share, con il complesso delle partite serali sulla piattaforma pay a 1 milione ed il 6% circa. Un buon bilancio, per una emissione pay. Peccato che il miglior match del turno, Napoli-Liverpool, vinto dai padroni di casa per 4 a 1, non abbia avuto lo stesso consenso in termini di pubblico televisivo.

Questo per lo meno si deduce dall’analisi di massima di Studio Frasi dell’ascolto non riconosciuto, che poi sarebbe l’insieme generico in cui ieri è ricaduto anche il pubblico della partita trasmessa in streaming su Amazon Prime (che non è rilevata da Auditel). Nell’arco temporale della partita vinta dai partenopei, cioè, non c’è stata alcuna fibrillazione del dato complessivo dell’ascolto non riconosciuto. E questo anche avendo come riferimento i sottoinsiemi (smart tv, device internet) vocati a registrare in maniera sensibile un eventuale innalzamento del numero di spettatori.

Il dato del mercoledì dell’ascolto riconosciuto di ieri – in sostanza- è stato ‘battuto’, dai dati omogenei di tante delle altre serate precedenti. Da qui la deduzione che l’incontro dell’Inter, che comunque ha una comunità molto solida tra gli abbonati allo sport e al calcio di Sky, ha ‘coperto’ quello del Napoli.