Massimo Scaccabarozzi e Lucia Aleotti

Menarini attiva il suo radar sociale. “Idee concrete per un cambiamento reale”

Condividi

Menarini lancia On Radar, una think tank formata allo scopo di scandagliare la società e formulare soluzioni, idee e progetti utili al contesto culturale, economico e ambientale italiano. Un progetto ambizioso presentato a Roma giovedì 8 settembre dall’azionista e membro del CdA Lucia Aleotti e dall’ex presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, a cui la Fondazione Internazionale Menarini ha chiesto di guidare il nuovo centro di ricerca.

Di On Radar si conosce il proposito di elaborare quanto prima un’agenda recante le criticità rilevate, e contestualmente di programmare gli interventi che la casa farmaceutica italiana intende eseguire per intensificare il proprio impegno nel sociale. È ancora presto invece per conoscerne l’organizzazione e il profilo degli esperti che vi collaboreranno.

Un’iniziativa di responsabilità sociale che deve ancora dotarsi di una struttura, ma che stando alle dichiarazioni di Scaccabarozzi si evolverà presto in un piano d’azione concreto: “Non intendiamo limitarci alle sole parole. Vogliamo dare un contributo concreto lavorando trasversalmente all’interno del Gruppo”.

Gli ha fatto eco Lucia Aleotti, che si è detta sicura di poter mettere nero su bianco i punti su cui Menarini e il suo radar sociale intendono intervenire: “Confidiamo di programmare il primo appuntamento entro la fine dell’anno”. Da definire anche le singole iniziative che saranno messe in campo entro l’ampio raggio d’azione in cui Menarini si candida ad operare. “Individueremo le persone che possono contribuire con la loro esperienza a portare avanti con concretezza tutto ciò che può nascere da un gruppo di pensiero” ha detto Scaccabarozzi.

Inoltre, in Menarini sono consapevoli di doversi misurare con lo scetticismo a cui le iniziative di responsabilità sociale sono tipicamente esposte. “Se ci sarà dello scetticismo, sono sicura che dopo il primo incontro svanirà – ha dichiarato Lucia Aleotti -. La nostra storia racconta di un interesse vero, come quello per lo sport, la disabilità e l’arte”.

Menarini è presente in 140 paesi del mondo con oltre 17 mila dipendenti e 9 centri di Ricerca e Sviluppo, che hanno rafforzato la presenza della casa farmaceutica in oncologia e nella diagnostica ad alta tecnologia. Scaccabarozzi non esclude dunque che On radar possa un giorno operare anche al di fuori del territorio nazionale dove il Gruppo opera.

Chi è Massimo Scaccabarozzi

Laureato in Farmacia, collabora inizialmente come informatore scientifico, approdando poi alla multinazionale farmaceutica Rbs Pharma – oggi Sinofi – dove ricopre importanti ruoli gestionali. Nel 2001 entra in Janssen Italia – parte di Johnson & Johnson – dove per circa vent’anni ricopre il ruolo di Amministratore Delegato: nel 2021 passa alla presidenza. Nel 2011 viene eletto presidente di Farmindustria, ricoprendo la carica fino al luglio 2022. Nel 2015 è membro del Consiglio Generale di Confindustria. Cinque anni dopo è eletto alla presidenza della Sezione farmaceutica biomedicale di Unindustria, l’Unione degli industriali e delle imprese di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo. L’anno successivo entra a far parte del gruppo tecnico “Scienze della Vita” di Assolombarda. Nel luglio 2022 è eletto presidente della Fondazione Expo Roma 2030.