Lyor Cohen

YouTube, in un anno 6 miliardi all’industria musicale

Condividi

Cresce di due miliardi il contributo di YouTube ai ricavi dell’industria musicale. Se nel 2021 la piattaforma streaming ha corrisposto al settore circa 4 miliardi di dollari, nei 12 mesi tra luglio 2021 e giugno 2022, la cifra è salita a 6 miliardi.
Lo rivela Lyor Cohen, Global Head of Music at YouTube, spiegando: “vogliamo che il nostro modello a doppio binario – che include gli annunci pubblicitari e la sottoscrizione ai servizi premium – diventi la fonte di guadagno principale dell’industria musicale entro il 2025”.
“Ed è per questo che YouTube monetizza tutti i formati musicali (video short e long, tracce audio, live, etc…) su tutti i supporti (desktop, tablet, dispositivi mobili e TV), in oltre 100 paesi.  E il tempo di visualizzazione complessivo dei contenuti musicali di YouTube su computer, dispositivi mobili e TV continua a crescere anno su anno. 

Da contenuti generati dagli utenti il 30% degli introiti

“Siamo stati anche pionieri anche nell’introduzione della monetizzazione per i contenuti generati dagli utenti (gli user generated content, o UGC), che sapevamo sarebbero potuti diventare un grande driver di crescita per tutto il settore”, ha spiegato, aggiungendo qualche dettaglio. Gli UGC hanno generato più del 30% degli introiti per artisti, autori e titolari dei diritti per il secondo anno di fila, mentre gli Shorts hanno generato 30 miliardi di visualizzazioni al giorno, con 1,5 miliardi di utenti registrati ogni mese. Ma, secondo il manager “è solo l’inizio”.

Oltre al Fondo di YouTube Shorts da 100 milioni di dollari, YouTube sta lavorando “a soluzioni di monetizzazione di lungo periodo per gli Shorts” ha spiegato Cohen, anticipando l’arrivo di altri aggiornamenti. 

Il caso Pink Venom

“Mentre il nostro modello a doppio binario continua a “fare musica”, assistiamo a importanti cambiamenti nell’industria musicale. Noi dobbiamo accompagnare questo movimento e far sì che YouTube sia il luogo migliore per tutti i fan della musica. I fan desiderano scoprire, ascoltare e far parte della musica in diversi formati, e solo YouTube è in grado di offrire tutto ciò in un unico posto”.
Cohen cita quanto realizzato con l’uscita di “Pink Venom” delle BlackPink “diventato il video musicale più visto del 2022 nelle prime 24 ore dall’uscita e il terzo video musicale più visto di tutti i tempi nelle prime 24 ore dal lancio”.
Per il lancio, i fan hanno potuto scoprire il teaser del video musicale, prendere parte a una challenge su Shorts, partecipare alla première in live streaming del video musicale e non solo.