Voto, da Agcom più tempo a tv per riequilibrio par condicio

Condividi

Il 21 settembre nuovo incontro per l’authority sul rispetto della par condicio. In caso di mancata applicazione pronte sanzioni

Nuovo incontro di Agcom per valutare i dati di monitoraggio relativi alla terzultima settimana della campagna elettorale dal 4 al 10 settembre.  “L’analisi, spiega una nota, ha riguardato il riequilibrio che tutte le testate editoriali erano tenute ad effettuare entro il 10 settembre per ripristinare la parità di trattamento tra le diverse forze politiche nei notiziari a seguito degli ordini adottati nella seduta del 7 settembre”.

“All’unanimità, tenuto conto delle richieste pervenute e valutata l’agenda di notizie della settimana, il Consiglio ha concesso a tutte le testate editoriali una proroga per il ripristino della parità di trattamento fino a sabato 17 settembre, proprio al fine di assicurare il massimo equilibrio possibile tra le diverse forze politiche nei notiziari, avuto riguardo anche alle edizioni principali.

Acom_tv_3

Sanzioni in caso di mancato intervento

Contestualmente alla concessione della proroga, il Consiglio ha invitato la direzione competente ad assistere tutte le aziende editoriali all’esame dei dati e indicando i riequilibri necessari per una piena ed effettiva applicazione delle disposizioni di legge. Resta fermo che in caso di non riequilibrio l’Autorità sanzionerà le emittenti come previsto dalla legge.

L’autorità torna ad invitare le emittenti – soprattutto nelle ultime fasi della campagna elettorale – ad un rigoroso rispetto delle regole risultanti dal combinato disposto della legge sulla par condicio con quella elettorale.

Il Consiglio si riunirà mercoledì 21 settembre con all’ordine del giorno la valutazione dell’applicazione degli ordini emessi il 7 settembre. Nella stessa seduta, saranno valutati i monitoraggi nel periodo successivo al 10 settembre fino a martedì 20 settembre al fine di eventuali nuovi riequilibri da realizzarsi nell’ultima settimana.

Agcom_radio_3