Boom di ascolti per il funerale di Elisabetta (più dell’ultimo royal wedding)

Condividi

La diretta da Londra delle esequie di Elisabetta II ha catalizzato l’attenzione del pubblico televisivo mondiale. Grande seguito anche nel nostro Paese, dove contro Monica Maggioni ed Enrico Mentana è scesa in campo Silvia Toffanin

La diretta da Londra delle esequie di Elisabetta II ha catalizzato l’attenzione del pubblico televisivo mondiale. E un seguito forse inatteso, per lo meno nelle proporzioni, alla fine di un lungo periodo di copertura delle vicende di Windsor, a undici giorni dalla morte della regina, lo ha avuto anche nel nostro Paese l’atto finale. Occupando la griglia delle reti ammiraglie per lunghi tratti della giornata, in particolare in day time.

In assenza di precedenti omogenei, si può sostenere, forzando i dati, che il funerale di Elisabetta ‘batta’ il matrimonio di Harry e Meghan e perda nel confronto con quello di William e Kate. Da registrare ci sono certamente le buone performance su Rai1 di una Monica Maggioni più misurata del solito. Il funerale di Elisabetta è stato pure una sorta di battesimo del fuoco per Silvia Toffanin. Impegnata con un’edizione speciale di Verissimo in una diretta così lunga e delicata, condotta con il supporto di Cesara Buonamici e Francesco Rutelli.

Gli altri? Una copertura massiccia l’ha ancora una volta garantita SkyTg24, sfruttando anche il vantaggio di giocare parzialmente in casa. Mentre su La7 Enrico Mentana ha riportato in maratona per tre ore Dario Fabbri. Tutti hanno fatto parlare le immagini che arrivavano dalla regina internazionale.

Cronistoria della giornata tv elisabettiana

E’ stato davvero, come ha commentato qualche osservatore, ‘il funerale del Novecento’. Forse l’ultimo grande evento televisivo in grado di ingaggiare davanti allo schermo più tradizionale, oltre a quella dei boomer, anche l’attenzione delle generazioni successive. I numeri italiani di Auditel, relativi alle esequie di Elisabetta II, trasmesse in diretta (alla fine di tante giornate, undici, di intesa copertura della vicenda) da Londra da molte delle reti generaliste (e non) tra le 10.00 del mattino circa ed il tardo pomeriggio del 19 settembre, attraverso gli speciali dei tg, ma anche ospitate dentro alcuni dei programmi contenitore, dicono che l’attenzione è stata massima. Forse perfino superiore alle aspettative.

Senza tanti precedenti ‘windsoriani’ utili realmente confrontabili, vista la lunghezza dell’era di Elisabetta sul trono. Un buon riferimento, comunque, possono essere considerate le nozze dei reali.

Wedding in Auditel era

Il matrimonio di Carlo e Diana? Avvenuto nel 1981 rimane fuori dalle misurazioni di Auditel, iniziate ufficialmente nel dicembre 1986. Citabili come precedenti, sono invece gli ultimi due eventi festosi riguardanti i reali inglesi: il matrimonio tra Kate Middlenton e il principe William del 29 aprile 2011 aveva fatto registrare su Rai 1 il 38,24% di share media con 5,2 milioni di spettatori e il 34,83% e 2,1 milioni su Canale 5, sfiorando quindi complessivamente il 73%. Mentre quello più fresco, del 21 maggio 2018, di Meghan Markle con il principe Harry aveva portato a casa su Rai 1 il 21,91% con 4,2 milioni, il 24,39% e 4,2 milioni su Canale 5, il 5,57% e 789mila spettatori su La7 e il 4,2% e 656mila su Real Time (per un totale complessivo di circa il 55% di share).

Ma torniamo alle esequie di Elisabetta. Al mattino, con contenuti ‘aperitivi’ della cerimonia imminente, la puntata di ‘Storie Italiane’ su Rai1 ha avuto ascolti record raggiungendo il 25,1% di share con 1,1 milioni di spettatori.

Sull’altra ammiraglia, più o meno contemporaneamente, ‘Mattino 5 News’ ha conseguito 1,065 milioni di spettatori ed il 24% preparando il pubblico di Mediaset allo speciale successivo. E’ partito prima il racconto in diretta dell’ammiraglia pubblica. Su Rai1 lo Speciale ‘TG1: Elisabetta II L’Addio’, on air tra le 10.30 e le 15.00, ha raccolto 3,383 milioni di spettatori con il 33,53%.

Mentre su Canale 5 ‘Verissimo: The Queen Addio alla Regina’, in onda dalle 11.00 alle 14.40, ha avuto 2,287 milioni di spettatori con il 21,51%. Su La7 dopo ‘Coffee Break’, invece, è entrato in gioco un ‘TgLa7 Speciale’, capace di raggiungere un ulteriore 4% e 390 mila spettatori, con lo share complessivo su tutte le reti impegnate che così si è attestato per lunghi tratti vicino al 60%.

Nel primo pomeriggio la seconda parte dello speciale del Tg1 ha avuto 3 milioni ed il 33% di share, trainando al successo i due contenitori della rete, ‘Oggi un altro giorno’ (26,42% e 2,484 milioni, almeno dieci punti sopra la media) e ‘La vita in diretta’ (a 2,920 milioni e 30,4%).

Dall’altra parte della barricata, spente le soap per un giorno, Canale 5 ha fatto il 20% con lo speciale del Tg5 ed il 15,6% con la parte di ‘Pomeriggio 5’ dedicata al funerale. Da registrare, inoltre, anche la buona performance serale della puntata di ‘Atlantide’ dedicata ai ‘segreti di Elisabetta (al 4,54%) su La7.

Le performance delle all news. SkyTg24 doppia le altre

Tutto sommato buoni, considerata la forte e rappresentativa copertura generalista, i numeri conseguiti dalle tematiche di news. Tra le undici del mattino e le 18, nella lunga fase del racconto del funerale, trasversale alle fasce orarie, SkyTg24 ha riscosso 110 mila spettatori e l’1,11% di share. Nello stesso intervallo, inoltre, raiNews ha avuto 46mila spettatori e lo 0,5%, mentre TgCom24 40mila spettatori e lo 0,4%.