Will fa informazione politica tra i giovani

Condividi

I risultati di una survey online, con oltre 10 mila utenti, al centro di interviste multi-piattaforma con tutti i leader per ogni coalizione

Con un evento per seguire in diretta gli exit poll, si è conclusa ieri sera a Binario F, lo spazio di Meta a Stazione Termini a Roma, la campagna di comunicazione e di informazione che Will Media, la piattaforma digitale di informazione presente su tutti i principali social, con una community di oltre 2 milioni di persone, ha organizzato per sensibilizzare il suo pubblico sul tema elezioni e politica.

Oltre alla squadra di Will, c‘era Antonio Losito, autore del podcast Tyranny. Protagonisti i membri della community – “la vera anima della piattaforma” dice il fondatore Alessandro Tommasi – per i quali, durante la campagna elettorale, ha deciso di sviluppare un articolato progetto con al centro “la politica” per informarli e coinvolgerli.

I giovani e la politica

Si calcola che in italia i giovani under 35 sono 10 milioni, contro i 26 milioni di over 50, un target nei cui confronti, a parte molte frasi fatte, nessun partito si è veramente impegnato con proposte comprensibili e mirate.
Così a Will si è deciso di far raccontare ai giovani i loro interessi, definendo le priorità che avrebbero voluto vedere discusse nel dibattito politico. Quelle stesse priorità, individuate grazie a una survey online che ha coinvolto oltre 10 mila utenti, sono state poi oggetto delle interviste multi-piattaforma realizzate dalla redazione con tutti i leader dei partiti per ogni coalizione.

“Utilizzando i tanti strumenti messi a disposizione dalle piattaforme social, dalle guide alle storie salvate ai quiz e sondaggi, e tenendosi lontano dalle più tradizionali beghe di partito“, racconta Tommasi, “Will ha dimostrato che è possibile suscitare interesse anche fra i più giovani. A questi mezzi innovativi propri della comunicazione native, abbiamo associato strumenti tradizionali come la partnership con SkyTg24 e un mini tour di 6 tappe in giro per l’italia, che ha coinvolto centinaia di ragazzi e ragazze che si sono confrontati sul ruolo dell’informazione e i pregiudizi, quelle distorsioni inconsapevoli di fatti e avvenimenti, che ognuno di noi ha rispetto ai temi più comunemente discussi in campagna elettorale”.

Grazie alla collaborazione con Social innovation Teams, la community no profit per iniziative di sostenibilità, e il progetto per un voto informato, Democratica, Will ha anche ideato un tool ‘Ma chi voto?’ per aiutare i membri della propria community a scoprire il partito più vicino alle proprie sensibilità, grazie a una serie di domande mirate. L’iniziativa ha coinvolto 200 mila persone.

I risultati? 25 milioni di visualizzazioni sui social, oltre 350 mila ascolti per il podcast Italic, dedicato all’analisi del dibattito politico, e oltre 6 milioni di persone raggiunte in un mese di programmazione sui soli temi della campagna elettorale.

Adesso non rimane che vedere i risultati del voto giovane.