Lorenzo Casini (foto LaPresse)

Calcio, Lega Serie A e Uefa insieme per la sostenibilità

Condividi

La Serie A è la prima Lega calcistica scelta dalla Uefa per realizzare un progetto pilota finalizzato alla definizione di una chiara strategia di sostenibilità entro la stagione 2023/2024.

Undici temi in agenda

Undici le tematiche al centro dell’iniziativa: antirazzismo, tutela dell’infanzia e della gioventù, uguaglianza e inclusione, calcio per tutte le abilità, salute e benessere, sostegno ai rifugiati, solidarietà e diritti, economia circolare, tutela del clima, sostenibilità degli eventi e sostenibilità delle infrastrutture. Per ognuna delle singole aree di interesse, le due Istituzioni lavoreranno fianco a fianco per delineare gli obiettivi da perseguire entro il 2030, elaborando programmi e sviluppando progetti ad hoc, nel rispetto delle linee e dei principi dettati dalla UEFA nella Strategia di Sostenibilità Calcistica 2030.

La responsabilità de pallone

“Il calcio è seguito da milioni di persone in tutto il mondo e per questo ha anche la responsabilità di generare un impatto positivo e promuovere buone pratiche relativamente a questioni globali come la sostenibilità ambientale, la transizione verso un’economia verde e il rispetto dei diritti umani”, ha commentato il presidente della Lega Serie A Lorenzo Casini.

“Siamo contenti che la Lega Serie A intraprenda questo percorso come prima Lega pilota che attuerà il quadro di sostenibilità della UEFA e di creare un effetto a cascata sfruttando la piattaforma globale della Serie A”, ha aggiunto Michele Uva, UEFA Director of Football and Social Responsibility.