Sabato, domenica e lunedì. Nel weekend a passo di danza

Condividi

Acrobati e ballerini a passo di danza con ‘No gravity’ e con la nuova edizione di ‘MILANoLTRE’. Ma anche lo storico festival di Pordenone dedicato al cinema muto e il nuovo appuntamento per celebrare Linus e il fumetto. In teatro intanto torna Amleto e il cinema tratteggia la storia di Tiziano

La scena vola

Al Teatro Menotti di Milano, con la voce di Moni Ovadia, volano (fino al 9/10) i danzatori di ‘No gravity – Exodus‘. Lo spettacolo, con le coreografie di Emiliano Pellisari, ha come principal dancer MARIANA, affiancata da 5 ballerini acrobati che – davanti a muri di specchi – si esibiscono su musica ebraica, greca, aramaica. Il titolo ‘Exodus’ si riferisce alla nave che nel 1947 portò gli ebrei reduci dalla Shoah in Palestina.

Federica Rosellini

Essere e ri-essere

La nuova stagione del Piccolo Teatro parte con due grandi riproposte. Mentre nella sala Strehler torna ‘M’ diretto e interpretato da Massimo Popolizio, da sabato allo Studio si rivede ‘Hamlet’ di Antonio Latella, che nel 2021 ha vinto il premio Ubu sia come spettacolo dell’anno sia come miglior attrice under 35. Quest’ultimo premio è andato alla protagonista Federica Rosellini che, dice Latella, “possiede il dono artistico dell’ambiguità e del dubbio. Per me l’Hamlet del XXI secolo va oltre la sessualità, oltre la distinzione donna/uomo, per approdare a una condizione altra: nei classici le parole non hanno genitali”.

Alfonso Baron, Luciano Rosso

Milano danza

Spettacoli, masterclass e ‘conferenze danzate’ per il nuovo denso programma di ‘MILANoLTRE‘, arrivato al 36° anno. Sabato il duo argentino Alfonso Baron & Luciano Rosso presenta ‘Un Poyo Rojo’, nato nel 2008 alla periferia di Buenos Aires e forte di 120 rappresentazioni all’anno. Protagonisti due uomini nello spogliatoio di una palestra, lo spettacolo di teatro e danza è stato ideato quando, una quindicina d’anni fa, in Argentina era aperto un acceso dibattito sui matrimoni omosessuali.

Giusy Ferreri

Il canto di Giusy

Sabato all’Auditorium Parco della musica di Roma, lunedì al Teatro dal Verme di Milano: dopo il tour estivo, adesso Giusy Ferreri porta nelle grandi città il suo ‘Cortometraggi Live‘. Sesto album della produzione della cantante palermitana diventata famosa nel 2008 con ‘X Factor’, il disco si apre con ‘Miele’, presentato all’ultimo Festival di Sanremo.

Silenzio, parla il cinema

A Pordenone da sabato si svolge la 41esima edizione delle ‘Giornate del cinema muto‘. Apre il festival la proiezione di ‘The Unknown’ di Tod Browning, ossessione d’amore nel mondo del circo, anno 1927, con una giovanissima Joan Crawford. Come avveniva anche un secolo fa nelle sale cinematografiche, il film muto ha un accompagnamento musicale dal vivo, affidato qui all’Orchestra San Marco di Pordenone.

Non solo Linus

Ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, nasce la prima edizione di ‘Linus. Festival del fumetto‘. Ad Ascoli Piceno si proiettano film e vanno in scena spettacoli. Ci sarà anche (sabato sera) un incontro con Milo Manara, che ripercorrerà con Sandro Veronesi la sua lunga carriera di disegnatore e i tanti artisti e intellettuali conosciuti. La conclusione (domenica sera) sarà con ‘Extralishow’: musica, disegno dal vivo, parole e la partecipazione straordinaria di Antonio Rezza.

Tiziano, ‘Bacco e Arianna’

Tiziano diventa film

Da lunedì, per tre soli giorni, è in sala ‘Tiziano. L’impero del colore‘, nuovo titolo del progetto Nexo ‘La grande arte al cinema’. Il documentario, diretto da Laura Chiossone e Giulio Boato, è una produzione Sky, Kublai Film, Zetagroup, Gebrueder Beetz e Arte ZDF. A raccontare il pittore di ‘L’amor sacro e l’amor profano’ e di una meravigliosa ‘Assunta’, ucciso dalla peste a Venezia nel 1576, sono storici dell’arte e accademici. Ma interviene anche l’imprenditore Brunello Cucinelli, finanziatore del Foro delle Arti. E – in rappresentanza dell’arte contemporanea – partecipa al film Jeff Koons.