(foto Ansa)

Ita Airways compie un anno e punta al green

Condividi

IL primo compleanno della compagnia, alle prese con le trattative per l’ingresso dela cordata con Certares, Delta e Air France-Klm

Una nuova campagna di comunicazione – con la voce di Virginia Raffaele – con declinazioni su stampa e display, i nuovi menù e il lancio di nuove partnership. Sono alcuni delle novità che Ita Airways ha messo in campo per festeggiare il suo primo compleanno.

I numeri del primo anno

A dodici mesi di distanza dal primo volo Milano Linate-Bari, la compagnia di bandiera ha trasportato 9 milioni di passeggeri. E, dai 52 iniziali (7 wide body e 45 narrow body), gli aerei che compongono la flotta sono 69, con 4 Airbus A220 che diventeranno operativi da ottobre.
Oltre ai nuovi A220 che affiancano l’Ammiraglia A350 nella flotta, nei prossimi mesi arriveranno ulteriori A220 ed A330-900neo, A320neo e A321neo.

Attenzione alla sostenibilità

Al centro del suo primo anno di Ita il tema della sostenibilità, con un piano ambizioso che prevede per il 2026, una flotta green e moderna, composta per l’80% da aeromobili di nuova generazione che porteranno ad una riduzione di emissioni di CO2 di 1,3 mln di tonnellate stimata nell’arco di Piano ‘22-‘26.

Fabio Lazzerini (foto LaPresse)
Fabio Lazzerini (foto LaPresse)

Le nuove partnership

Dopo Enrico Bartolini, a partire dal 15 ottobre la nuova offerta gastronomica sui voli dall’Italia è firmata dallo chef stellato Gian Piero Vivalda.

Al via anche la partnership con Ferrari Trento, Gruppo Lunelli, con un accordo che, spiega la compagnia, si inserisce nel progetto di collaborazione con i grandi brand ambasciatori dell’Italia nel mondo, annunciato fin dalla nascita della compagnia.

Lo scossone ai vertici

Dal punto di vista societario, Ita si trova nel mezzo delle delicate trattative che dovrebbe portare all’ingresso della cordata composta da Certares Management Llc, Delta Airlines Inc. e Air France-Klm S.A, scelta dal Mef per i negoziati in esclusiva.

Durante l’assemblea del 12 ottobre il Cda ha tolto al presidente esecutivo Alfredo Altavilla tutte le deleghe operative per assegnarle all’ad Fabio Lazzerini. A votare la revoca 6 consiglieri con il sostegno dello stesso Lazzerini.
Da quanto è trapelato, scriveva Ansa, l’accusa rivolta ad Altavilla è di gestire l’operazione di privatizzazione di Ita senza coinvolgere gli organi societari.