Fiorello (Foto Ansa)

Rai, il Cdr del Tg1 a Fiorello: non siamo in guerra con te

Condividi

“Caro Fiore, ti scriviamo in nome e per conto di tutta la redazione del Tg1, che nutre grande stima per il tuo lavoro e si diverte come tutti, da sempre, con le tue invenzioni televisive”.
Comincia così la lettera che il cdr del Tg1 ha inviato a Fiorello, dopo le polemiche nate per l’ipotesi di collocare il nuovo morning show dell’artista nello spazio di Tg1 Mattina.

Mancata condivisione

“Il Tg1 non è in guerra con nessuno, come scrivono i giornali, tantomeno con un artista del quale continuamente racconta le mirabili imprese televisive”, scrive il cdr nella missima, ripresa dall’agenzia Ansa, alludendo alle reazioni allibite sui giornali e tra gli opinionisti generate dalle critiche con cui la testata ha accolto la notizia dello spazio destinato al programma di Fiorello.

“Potevamo parlarne diffusamente con l’azienda, fare progetti insieme lavorando reciprocamente a vantaggio degli ascolti. Forse non sarai stato informato, come noi del resto, che il Tg1 da qui a giugno avrebbe perso quasi 150 ore di informazione. Forse non sai che molti colleghi lavorano per quel prodotto con grande passione nel nuovo spazio concordato con la rete dopo anni di trattative. Ci sarebbe piaciuto condividere con te e con l’azienda queste brevi considerazioni. Il Tg1 ama gli artisti e li promuove da sempre, porte aperte a tutti e nessuno scontro tra professionisti della Tv”.

“I titoli dei giornali, hanno aggiunto, non hanno evidenziato questo rispetto per il lavoro reciproco, hanno parlato solo di guerra a Fiorello, per questo ci teniamo a sottolinearlo: Fiorello ci piace, ma con un progetto anche per il Tg1 e i suoi giornalisti”.

Annullato l’incontro con l’azienda

Oltre allo showman, segnala sempre Ansa, il cdr ha inviato una lettera alla redazione, precisando che “dall’azienda è arrivata la notizia di un ripensamento sulla collocazione” del programma e quindi l’incontro con la stessa azienda in programma oggi è stato annullato e l’assemblea di redazione, in agenda il 20 ottobre, è stata rinviata.

Intanto lo staff di Fiorello sta andando avanti a valutare con i manager della Rai le possibilità di collaborazione dello showman con viale Mazzini.