Cos’è e come funziona Tatatu, social (italiano) che ha debutatto in Borsa a Parigi

Condividi

L’Italia ha un nuovo unicorno. Si tratta – scrive SkyTg24 – di Tatatu, il social network fondato da Andrea Iervolino che premia gli utenti in base al tempo trascorso sulla piattaforma. La società è sbarcata nei giorni scorsi all’Euronext di Parigi vedendo le proprie azioni guadagnare il 67,5% 3,35 euro, per una capitalizzazione finale di 2,7 miliardi di euro. Un debutto in grande stile.

A differenza dei social convenzionali, Tatatu attribuisce un valore tangibile alle attività che gli utenti svolgono sulla piattaforma. Per ogni post, like, condivisione o ogni altro tipo di interazione il singolo iscritto guadagna infatti dei token virtuali dal valore unitario di 0,25 centesimi che poi può spendere per fare acquisti sull’e-commerce dedicato o sui canali fisici dell’azienda. Tra questi spicca il Mercato Metropolitano di Londra, società di cui la holding di Iervolino è proprietaria di maggioranza.

La capitalizzazione iniziale di Tatatu era di circa 1,6 miliardi di euro, anche se la stessa società in una nota aveva precisato come il prezzo attribuito alle sue azioni non fosse “realmente indicativo” in quanto “stabilito in base a una serie di fattori” tra cui il report prodotto uno studio di consulenza internazionale e le trattative contrattuali condotte tra le parti coinvolte nel private placement. Una constatazione che si è rivelata corretta alla luce dell’exploit messo a segno dal titolo una volta aperto il mercato. Al momento, le azioni dell’azienda trattano in rialzo di quasi il 50% a 5 euro.