Letizia Moratti (Foto LaPresse)

Letizia Moratti scelta come amministratore delegato di Milano-Cortina 2026. Ma lei non conferma

Condividi

Letizia Moratti è stata scelta come amministratore delegato della Fondazione Milano-Cortina 2026: ma lei, al momento, dice di no. “La dottoressa Letizia Moratti smentisce la sussistenza della notizia sulla sua nomina come ad delle Olimpiadi Milano Cortina” spiegano dal suo staff aggiungendo che “qualsiasi decisione” della vicepresidente della Lombardia “sarà comunicata esclusivamente dal suo ufficio stampa. Ogni altra notizia a lei inerente è destituita di fondamento”.

Letizia Moratti, scrive Repubblica, nelle intenzioni del governo, dovrebbe prendere il posto di Vincenzo Novari, che in questi anni non aveva avuto grande sintonia con Giovanni Malagò, presidente della Fondazione olimpica, e con il Cio. E’ stata assai travagliata la scelta dell’ad: moltissimi i nomi, anche di alto profilo, che erano circolati in questi mesi, da Colao a Michele Uva, da Flavio Cattaneo (che aveva rinunciato) a Paolo Scaroni. L’ex premier Draghi con il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 10 agosto aveva fatto entrare il governo nella Fondazione, come richiesto d’altronde dagli stessi stakeholders, e aveva deciso che l’ad fosse a stretto contatto con la Presidenza del Consiglio. Da qui la necessità di sostituire Novari. Alla fine era stata trovata una convergenza su Andrea Abodi, profilo gradito a tutti, da Zaia a Sala, passando per Fugatti, Malagò e Fontana. Ma Draghi aveva esito nella nomina, passando la palla al nuovo governo. Certo, il 29 settembre Giorgia Meloni aveva annunciato a Bach il nome di Abodi, salvo decidere successivamente di “dirottarlo” al Ministero dello Sport. Non una bella figura di fronte al Cio. Abodi addirittura, da persona seria quale è, si era messo già a studiare il dossier olimpico e lavorare per le Olimpiadi, con contatti coi vertici dello stesso Cio.

Ora la scelta del governo si è indirizzata su Letizia Moratti, curriculum di altissimo livello, di sicuro una grande milanese che ha statura internazionale. Una scelta politica, una mossa all’interno del centodestra: il governatore della Lombardia, Fontana, non potrebbe che approvare, visto che la Moratti era intenzionata a candidarsi per la Regione Lombardia. E la premier Meloni potrebbe puntare su un candidato di Fratelli d’Italia per le elezioni della Regione Lazio. Letizia Moratti lavorerebbe, se accettasse l’incarico, in piena sintonia con Malagò: c’è da correre, è stato perso troppo tempo. Mancano sponsor, e va recuperata la credibilità internazionale dopo le giravolte della politica.

Ma questa decisione di scegliere Letizia Moratti non piace a tutti, conclude l’articolo di Repubblica. “Leggo che Letizia Moratti sarebbe stata scelta come nuovo AD di Milano-Cortina. Non mi risulta”: Giuseppe Sala, sindaco di Milano, lo scrive su Twitter. “E in ogni caso – aggiunge – non può essere fatta una scelta così delicata per risolvere i problemi del centrodestra in Lombardia. Ogni altra parola è inutile”. C’è il rischio che adesso si scateni uno scontro politico, ma la decisione spetta alla premier, “sentiti” Sala, Zaia e gli altri stakeholders olimpici. Una decisione che va presa in fretta.