Musk si autonomina Capo Twit e si presenta in Twitter con un lavandino

Condividi

 Elon Musk ha cambiato status sul suo profilo pubblico di Twitter in “Chief Twit” prima della scadenza di domani imposta dal tribunale per acquistare l’azienda. Nelle scorse settimane il magnate ed il social si sono riavvicinati, dopo mesi di contesa sfociata anche in una disputa legale, con il miliardario che si appresta ad acquistare la piattaforma di microblogging per 44 miliardi di euro. 

Musk è andato subito negli uffici di San Francisco della società, portando con sé un lavandino. Il momento è stato immortalato proprio con un tweet acompagnato da una frase sibillina: “Let’s that sink in”, con un gioco sul significato della parola ‘sink’: ‘lavandino’ o ‘affondare’.

Musk – scrive Skytg24 – ha cambiato la sua biografia su Twitter descrivendosi come “Chief Twit” sul suo profilo. Insomma si proclama capo in anticipo sulla scadenza fissata dal tribunale a venerdì e imposta come il termine ultimo per acquistare l’azienda. Entro il 28 ottobre Musk deve completare l’intesa altrimenti, ha stabilito il tribunale del Delaware, si andrà a processo. Musk in questi giorni sta visitando gli uffici di Twitter a San Francisco. “Elon è negli uffici di San Francisco questa settimana per incontri. Questo è solo l’inizio di molti incontri e conversazioni con Elon, e arete modo di sentirlo direttamente da lui venerdì”, afferma il chief marketing officer di Twitter, Leslie Berland, in una comunicazione ai dipendenti riportata dall’agenzia Bloomberg. Musk si rivolgerà ai dipendenti di Twitter proprio venerdì, il giorno in cui l’accordo per l’acquisizione del social da parte del patron di Tesla dovrebbe essere chiuso, riporta Bloomberg.

La vicenda

In primavera il miliardario (e uomo più ricco del mondo), proprietario di Tesla e Space X, ha avviato la trattativa per comprare Twitter al prezzo di 44 miliardi di dollari. La trattativa però si è complicata e d è sfociata in una disputa legale. Quando il procedimento sembrava ormai inevitabile, le parti si sono riavvicinate e ora Musk sembra vicino a finalizzare l’acquisto per la cifra inizialmente pattuita.