Marco Sarzi nominato chief financial officer di Ebano

Condividi

Ebano Spa, il Gruppo guidato da Carlo Robiglio che opera in settori complementari tra loro: dalla formazione a distanza all’editoria, dalla comunicazione al marketing, dall’e-commerce al digital marketing, ha annunciato l’ingresso di Marco Sarzi Amadé, nominato chief financial officer a partire dal 2 novembre 2022. Obiettivo di Ebano e del neo CFO, spiega un comunicato stampa, è continuare a far crescere le aziende che già fanno parte del Gruppo e consolidare il processo di integrazione delle nuove società appena acquisite.

Dopo gli inizi in Medtronic come sales analyst, nel 2015 Marco Sarzi ha conseguito un Mba presso il Politecnico di Milano. Inizia la sua lunga esperienza nel gruppo francese Mersen come responsabile finanziario italiano e poi della parte svizzera. Dopo più di tre anni trascorsi nel management board di Mersen, Marco Sarzi approda in Ebano consolidando il percorso di rafforzamento delle competenze in atto nel Gruppo.

Negli ultimi mesi, infatti, Ebano ha scelto di investire fortemente sulla propria trasformazione acquisendo nuove figure strategiche: Sebastiano Caccialanza, direttore marketing, con una consolidata esperienza in Mondadori, Corriere della Sera e Rizzoli; Nicola Caramaschi, vice direttore generale e consigliere di amministrazione di Ebano dopo una lunga presenza in Autogrill; Mario Gallieni, nuovo digital transformation & ICT director.

Non solo: Ebano sta lavorando anche ad attività di scouting di altre società, per rinforzare ulteriormente la sua presenza nei mercati che ha individuato come strategici. “Stiamo guardando con interesse a startup innovative che si trovano nelle loro prime fasi di vita, con una forte carica di innovazione e di spirito imprenditoriale, e anche a società già consolidate sul mercato” spiega Marco Sarzi. “E quando scegliamo, lo facciamo sempre con una regola: prima di dire sì a una tecnologia o a un prodotto, valutiamo e scegliamo con cura le persone, che sono e rimarranno al centro del nostro ecosistema”.