Giacomo Lasorella (Foto LaPresse)

Parte ‘Agcom per l’Italia digitale’. Lasorella: accompagnare il Paese nella società digitale

Condividi

Stamattina nella Sala Angrisani della sede romana dell’Agcom il presidente Giacomo Lasorella ha presentato la campagna di comunicazione ‘Agcom per l’Italia Digitale’, insieme a Giovanni Santella, direttore Servizio sistemi informativi e digitalizzazione. In sala anche le due commissarie Laura Aria e Elisa Giomi, oltre a dirigenti dell’autorità e del Mise (oggi diventato Ministero delle Imprese e del Made in Italy), che ha in parte finanziato l’iniziativa.
La campagna #agcomoperlitaliadigitale partirà l’11 novembre sulle reti televisive e radiofoniche Rai, sulle emittenti nazionali e locali, sulla stampa quotidiana. L’iniziativa si inscrive in un ampio progetto per promuovere negli utenti la conoscenza dei diritti e degli strumenti di tutela nel settore delle comunicazioni elettroniche (Internet, telefonia pay-tv) e favorirne l’alfabetizzazione digitale.

Lasorella: accompagnare il Paese nella società digitale

Giacomo Lasorella, ricordando che quest’anno Agcom compie 25 anni, ha spiegato che l’authority vuole mettersi a fianco dei cittadini per accrescere la cultura digitale nel Paese. “La sfida è accompagnare il Paese nella società digitale, come recita lo slogan della nostra campagna di comunicazione” ha spiegato. Come farlo? “Attraverso la regolamentazione – che è la nostra missione principale -, la vigilanza, e con una serie di servizi per il consumatore”.

“Lo scopo di questa campagna finanziata anche dal Mise è rendere consapevole il consumatore di una serie di strumenti e di servizi che Agcom mette a disposizione in primo luogo ‘MisuraInternet’, strumento che consente di misurare la qualità della connessione in ciascuna abitazione; la piattaforma ‘Conciliaweb’ realizzata con la collaborazione dei Corecom cui Agcom delega a livello regionale funzioni come la risoluzione delle controversie tra operatori e utenti. Tutte competenze particolarmente rilevanti che vogliamo mettere a disposizione dei cittadini”.

Le iniziative della campagna

La campagna di comunicazione #agcomperlitaliadigitale è inserita nelle attività previste dalla convenzione sottoscritta dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e il Ministero dello Sviluppo Economico il 24 dicembre 2020, con l’obiettivo di informare i cittadini e gli utenti in merito ai diritti, alle opportunità e alle tutele esistenti ed è finanziata a valere sul Fondo a vantaggio dei consumatori in attuazione dell’art. 6, del decreto del 10 agosto 2020.
L’iniziativa si inscrive in un ampio progetto che intende promuovere, negli utenti, la conoscenza dei diritti e degli strumenti di tutela nel settore delle comunicazioni elettroniche (Internet, telefonia, pay-tv) e favorirne l’alfabetizzazione digitale.

Nell’ambito della campagna, l’Autorità terrà tre webinar, nel corso del mese di novembre, rivolti alle associazioni dei consumatori. Gli incontri verteranno sui seguenti argomenti: la tutela dei consumatori nei servizi di comunicazione elettronica; l’evoluzione tecnologica delle reti, dei servizi e le procedure di passaggio tra operatori; Conciliaweb e altri strumenti/organismi Alternative Dispute Resolution (ADR).

Nell’ambito di un evento pubblico, in programma nei primi mesi del 2023, verranno inoltre presentati i risultati delle iniziative di comunicazione e formazione. I contenuti della campagna saranno resi disponibili su un sito dedicato (www.agcomperlitaliadigitale.it). Attraverso una navigazione intuitiva, user-oriented, l’utente è guidato nella risoluzione dei dubbi o nella ricerca degli strumenti adatti alle sue esigenze (Misurainternet, Conciliaweb, Broadband Map, Modello D). Saranno inoltre pubblicati alcuni podcast, finalizzati ad informare i clienti sui loro diritti mediante lo strumento, semplice e facilmente accessibile, del racconto di una esperienza concreta che riguarda tipici disservizi legati ai contratti di comunicazione elettronica. Infine, sarà disponibile un video tutorial per la compilazione del modello D, da utilizzare per le segnalazioni dei disservizi.