RaiWay-Ei Towers, Mancino: advisor al lavoro su scenari compatibili con dpcm

Condividi

Sulla possibile fusione, la società delle torri tv controllata dalla Rai aspetta di capire le posizioni del nuovo Governo

Il dossier relativo una possibile fusione tra Rai Way ed Ei Towers, dopo la firma di un accordo di riservatezza tra i soci di controllo delle due società, “è aperto e gli advisor degli azionisti stanno lavorando sui possibili scenari che dovranno essere compatibili con i requisiti del dpcm e con le questioni antitrust”.
A dirlo l’amministratore delegato di Rai Way, Aldo Mancino, dopo la presentazione dei risultati trimestrali della società delle torri.

Nessun contatto con il governo

“La nomina del nuovo governo”, che attraverso la Rai controlla Rai Way, “rende appropriato disporre di una posizione sulla corporate governance” di Rai Way, ha aggiunto, specificando che al momento “non ci sono ancora state interazioni con il nuovo governo” sul consolidamento del settore.

I limiti fissati

Nel dpcm, ha ricordato, “sono fissati dei chiari requisiti: Rai Way deve restare quotata, la Rai deve mantenere almeno il 30% del capitale e il controllo dell’infrastruttura allo scopo di garantire continuità al servizio pubblico”.
“Diversi e ulteriori requisiti, ad esempio sul controllo o sull’integrazione verticale, – ha aggiunto – potrebbero arrivare dall’Antitrust o dagli azionisti”.