Elon Musk (foto Ansa)

Twitter, Alex Jones non sarà riabilitato. Musk: “Nessuna pietà”

Condividi

Elon Musk non riabiliterà l’account del cospirazionista americano ed esponente dell’Alt-right Alex Jones. La decisione del patron di Twitter ha spiazzato i sostenitori del ritorno di Trump e di altre figure espulse dalla vecchia dirigenza, tra cui il comico Kathy Griffin e il rapper Kanye West. Figure di spicco come il filosofo Sam Harris e l’imprenditore Kim Dotcom si erano appellati a Musk affinché riammettesse sulla piattaforma il fondatore del sito di divulgazione complottista InfoWars.

Il Chief Twit ha dichiarato sul suo profilo che non riammetterà Jones, in quanto non intende giustificare la posizione negazionista presa al tempo della strage di Sandy Hook del dicembre 2012, quando venti bambini e sei adulti persero la vita in una sparatoria. Jones dichiarò in quell’occasione che il massacro era stato inscenato dai parenti delle vittime, e per questo è stato condannato nell’ottobre 2022 a una multa di 965 mln di dollari in risarcimento alle famiglie che lo avevano accusato di diffamazione.

«Il mio primogenito è morto fra le mie braccia. Ho sentito battere il suo cuore per l’ultima volta – ha twittato Musk – . Nessuna pietà per chi specula sulla morte dei bambini».