Elon Musk (foto Ansa)

Twitter, scatta l’amnistia: Musk riammette gli account bannati

Condividi

La decisione messa ai voti con un sondaggio, come per l’account di Donald Trump

Amnistia su Twitter. Elon Musk ha annunciato che riammetterà sul social gli account messi al bando nei mesi scorsi per aver postato messaggi violenti, d’odio o di disinformazione.

Tre milioni di voti

La decisione è arrivata dopo un sondaggio che l’imprenditore ha lanciato nei giorni scorsi dal suo profilo. Oltre 3 milioni i voti raccolti, con il 72% di sì e il 28% di no.

“Il popolo si è espresso – ha scritto in un tweet – l’amnistia comincia la prossima settimana. Vox Populi, Vox Dei”, ha twittato Musk, che la settimana precedente ha usato un sistema simile per decidere se riammettere Donald Trump. Quella volta la partecipazione era stata ben più alta, raccogliendo 15 milioni di voti, con percentuali più risicate: 51,8% sì contro il 48,2% di no.

Chi è già rientrato

Musk ha riammesso nei giorni scorsi gli account di personaggi controversi, come il podcaster di destra Babylon Bee e la suprematista bianca e cospirazionista QAnon Marjorie Taylor Greene.