Cinzia Monteverdi

Seif diventa “community company” e punta su digitale, formazione e tv

Condividi

Al 2025 prevista una incidenza dei ricavi dal canale digitale pari al 59% del totale

La società editoriale Il Fatto ha approvato il nuovo piano industriale 2023-2025 che porterà il gruppo “da media company a community company” accelerando la transizione al digitale, con la divisione Formazione. Dal punto di vista finanziario l’obiettivo, spiega una nota, è una “crescita media annua dei ricavi pari al 15,3% nell’arco di piano 2023 – 2025 e di traguardare la società oltre le difficoltà attuali del mercato dell’editoria”. Il piano prevede anche lo spin off delle attività video e la possibile cessione di una quota di minoranza.

“Ripartiamo dai fondamentali: la nostra community e il nostro brand. Lo facciamo però con uno sguardo deciso, coraggioso e innovativo rivolto al futuro per ottenere una crescita dimensionale a beneficio di tutti i nostri stakeholder e renderci maggiormente attrattivi nel panorama mediatico italiano” commenta Cinzia Monteverdi, presidente e ad di Seif.

Nell’ambito del Piano gli azionisti fondatori di Seif, che complessivamente detengono attualmente una quota pari al 43,06% del capitale sociale, hanno manifestato la propria disponibilità ad acquistare dalla stessa Seif parte delle azioni proprie da quest’ultima detenute, a termini e condizioni in corso di valutazione.

Il Piano è incentrato sullo sviluppo di tutte le aree di produzione, sulla semplificazione della offerta digitale e la nascita della Scuola de Il Fatto. Sei avvia inoltre un progetto digitale basato su tecnologia Web 3.0, una piattaforma sviluppata su tecnologia blockchain che permetterà ad ogni membro, indipendentemente dal punto di accesso, la possibilità di interagire con tutto il resto della Community realizzata con l’operatore fintech Tinaba, con partner tecnici come Knobs e Mangrovia Blockchain Solutions.

Il piano prevede poi che il ramo aziendale delle produzioni televisive, LOFT Produzioni, costituito nel 2017, nel breve periodo farà nascere una nuova società, controllata al 100% da Seifcon :”sarà supportata da investimenti adeguati al fine di rendere concreta la ulteriore crescita” per cui “valuterà l’ingresso di nuovi soci nell’ambito di progetti industriali volti alla creazione di ulteriore valore.

Il comunicato SEIF

20152_119611_2022_oneinfo