L’adv in radio torna a crescere. Fcp: più inserzionisti e campagne

Condividi

A ottobre Fcp-Assoradio certifica una crescita dell’1,2%. Il mezzo, si sottolinea, va in controtendenza rispetto a quanto accade per altri medi

Gli investimenti pubblicitari sulla radio tornano in terreno positivo. Dopo il -1,4% di settembre, secondo i dati, racconti dall’Osservatorio Fcp-Assoradio coordinato dalla società Reply, ottobre registra un +1,2%, con un dato progressivo da inizio 2022 che si attesta al +3,2%.

Il commento del presidente Fcp-Assoradio, Amorese

“Con il mese di ottobre, rileva il presidente Fcp-Assoradio Fausto Amorese, si conferma l’andamento positivo
della radio. Tale fenomeno è certamente rilevante, poiché in controtendenza rispetto a quanto registrano
gran parte degli altri media ed in considerazione del perdurare di un contesto difficile ed incerto”.

Amorese

“Anche nel mese di ottobre è da evidenziare la significativa crescita degli inserzionisti del media radiofonico, che
sale del +11% rispetto ai primi 10 mesi dell’anno precedente ed il +9% di incremento per numero di campagne.
Le analisi merceologiche relative ai primi dieci mesi dell’anno rappresentano una conferma di quanto già si
andava delineando nei mesi precedenti. La grande maggioranza dei settori esprime un valore in crescita
rispetto allo scorso anno. Particolarmente evidente è stata la performance di Distribuzione, Abitazione,
Finanza, Turismo e viaggi, Tempo Libero e Telecomunicazioni”.