Luca Napolitano (Foto LaPresse)

Nuovo logo e un manifesto di design al quale ispirarsi: Lancia si reinventa

Condividi

Lancia ridisegna la sua immagine. Lo storico marchio automobilistico, parte della costellazione Stellantis, ha presentato dalla Reggia di Venaria il suo nuovo logo e lanciato ‘Pu+Ra’, manifesto di design – nato dalla crasi tra le parole Puro e Radicale -, che ispirerà le vetture dei prossimi anni.

“Oggi inizia la nuova Lancia. Ci ispiriamo al passato per guardare al futuro”, ha esordito Luca Napolitano, ceo del marchio, parlando di un vero “Rinascimento” per il marchio, che “tornerà a essere desiderabile, rispettato e credibile nel mercato premium europeo”.

Il nuovo logo Lancia (foto LaPresse)

100% elettrico nel 2028

Il cambiamento punta molto sull’elettrico e sulla sostenibilità: l’obiettivo è quello di portare il marchio a vendere nel 2028 soltanto auto 100% elettriche. E le prossime tappe vedono nel 2024 l’arrivo della nuova Ypsilon, che sarà anche ibrida, il 2026 con la nuova Ammiraglia e il 2028 con la nuova Delta.

Il nuovo logo, l’ottavo nei 116 anni di storia del brand, firma proprio l’ingresso del marchio nella mobilità elettrica. S’ispira a quello dell’Aurelia del 1957 e verrà utilizzato sulle nuove vetture ed è parte integrante della nuova Brand Identity che coinvolgerà i concessionari europei, tutti rinnovati in termini di immagine entro l’inizio del 2024, e tutte le attività di comunicazione, sia on line che off line.

Il mercato europeo e online

Sul fronte vendite, Lancia punterà, oltre all’Italia, su cinque mercati europei, Germania, Francia, Spagna, Olanda e Belgio, e avrà un nuovo modello distributivo con una selezione di partner in Italia e 100 showroom in 60 maggiori città europee. Grande spazio sarà dato alle vendite on line.