Vincenzo Nigro

Vincenzo Nigro è il portavoce del Ministro degli esteri Tajani

Condividi

Vincenzo Nigro, 62 anni, inviato speciale del quotidiano la Repubblica, dove segue la politica estera e la diplomazia italiana, è stato nominato portavoce del ministro degli Esteri Antonio Tajani.

Prenderà servizio alla Farnesina dal prossimo 1 dicembre. Lo ha comunicato lo staff del ministro degli Esteri con una nota diffusa da AdnKronos. 

Nigro con il colonnello Gheddafi a Tripoli, nella sua tenda, a metà degli anni Novanta

Nigro si occupa di esteri da quando è approdato al giornalismo. E’ stato corrispondente militare del e caposervizio nei settori Esteri e Politica Interna, ha seguito crisi internazionali come le “primavere arabe”, le varie fasi della rivoluzione e della guerra civile in Libia, in particolare la battaglia contro il Daesh a Sirte nel 2016. 

Nigro con Spadolini ministro della Difesa durante un’esercitazione militare in Sardegna

Nel tempo si è occupato dei conflitti nel Golfo, del cambio di regime in Etiopia, del conflitto in Afghanistan. Ha svolto diverse missioni in Medio Oriente (Iran, Iraq, Egitto, Israele, Libano, Libia, Marocco, Tunisia, Pakistan) e in Africa (Nigeria, Angola, Sierra Leone, Somalia, Etiopia, Congo). Nigro può vantare interviste a grandi personaggi delle istituzioni e della politica internazionale:  fra gli altri il segretario generale dell’Onu Ban Ki Moon, il presidente israeliano Shimon Peres ( l’ultima intervista rilasciata dal grande politico),  i primi ministri israeliani Ariel Sharon e Benjamin Netanyahu, i presidenti dell’Iran Mahmoud Ahmadinejad e Mohammad Khatami, il colonnello Gheddafi e il presidente Serraj in Libia, i segretari generali della Nato Jens Stoltenberg, Javier Solana e George Robertson.
Persona di grande qualità umana, è molto stimato nell’ambiente giornalistico per il suo equilibrio ed autonomia.