Twitter (foto Ansa)

Twitter, incentivi pubblicitari per bloccare gli inserzionisti in fuga

Condividi

Twitter corre ai ripari per bloccare l’emorragia pubblicitaria dopo che molti brand hanno sospeso e ridotto le inserzioni da quando è arrivato Elon Musk, in attesa di capire come la piattaforma intenda muoversi su tematiche spinose, come i contenuti violenti e di incitamento all’odio.

Spazi gratuiti per gli accordi chiusi entro il 2022

Secondo il Wall Street Journal, tra gli sfozi messi in campo per attirare inserzionisti ci sarebbero anche generosi incentivi. Ad esempio, la piattaforma avrebbe iniziato a offrire gratuitamente spazzi per mezzo milione di dollari agli inserzionisti che si impegnano a spendere almeno 500.000 dollari per la pubblicità.
Il piano prevede anche promozioni di questo tipo, anche se a percentuali più basse, per gli inserzionisti con investimenti minori.
L’offerta, precisa il giornale, è valida per le offerte che si chiudono entro la fine di quest’anno. 

Invertire il trend

L’esigenza del social sembra dunque essere quella di invertire il prima possibile il trend che si è innescato con l’arrivo di Musk. I numeri cominciano a destare preoccupazione. Secondo le stime del Washington Post, più di un terzo dei 100 inserzionisti ha messo in stand by la sua presenza sul social.