Il Giornale, vicino l’accordo tra Berlusconi e Angelucci

Condividi

Riprendono le indiscrezione sulle trattative tra la famiglia Berlusconi e Antonio Angelucci – editore de Il Tempo e di Libero – per la vendita de Il Giornale.

Già circolate a inizio anno, le voci, ricordava Italia Oggi pochi giorni fa, avrebbero ripreso a correre dopo la conclusione della parentesi elettorale. Ora, secondo Bloomberg la trattativa sarebbe quasi in dirittura di arrivo. E, aggiunge Ansa, ci sarebbero anche conferme da fonti finanziarie.

Antonio Angelucci e Silvio Berlusconi (foto Ansa)

Fondato nel 1974 a Milano da Indro Montanelli, il Giornale fa capo alla società editoriale See, ha come azionisti con il 71,5% Paolo Berlusconi, col 18,4% Mondadori e per il restante 9,9% Periodica Srl della famiglia Amodei, concessionaria di pubblicità non solo de Il Giornale ma anche de Il Tempo e di Libero, nonché de Il Fatto Quotidiano.