Carlo Calenda (Foto Ansa)

Rai, le ipotesi per la Vigilanza: per Calenda si va verso alleanza Pd-M5S

Condividi

a resta l’ingognita sulla linea che seguirà la maggioranza

Tra i tasselli che mancano a completare le varie commissioni della nuova legislatura, c’è anche la Vigilanza Rai. Ne ha parlato su La7, all’Aria che Tira, Carlo Calenda, leader del Terzo Polo.

“Le opposizioni normalmente hanno diritto a una serie di vicepresidenze e commissioni”, ha spiegato Calenda. “L’accordo tra Pd e 5s ci ha escluso”, ha continuato negando la possibilità che la presidenza della vigilanza Rai possa toccare alla forza politica che guida. “Non credo. E’ finita. L’accordo c’è tra 5s e Pd, amen”.
Nei giorni scorsi per guidare la bicamerale si era fatto il nome di Maria Elena Boschi, di Italia Viva.

Ingognita maggioranza

In ogni caso, la situazione è ancora in divenire, visto che, a quanto risulta a Prima Comunicazione, non sono stati ancora indicati i componenti della Vigilanza da parte dei vari partiti, primo tassello per arrivare alla nomina del presidente.
Tutto da capire poi, variabile non trascurabile, come si comporterà la maggioranza e quale linea deciderà di seguire, tra l’astenzione o l’appoggio a un eventuale candidato del partito di Calenda.