Da Regione Lombardia altri 288 milioni per le imprese lombarde

Condividi

Ammonta a 288 milioni di euro il nuovo pacchetto economico stanziato dall’assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia di Guido Guidesi per le imprese lombarde. Sale a 1,3 miliardi il sostegno nell’ultimo biennio.


I nuovi interventi si suddividono in 6 macro-aree tematiche: investimenti aziendali, attraverso un pacchetto da 210 milioni di euro; credito, con il rifinanziamento dello sportello credito adesso evolution per le PMI di 16 milioni; sostegno a start up e scale-up deep tech con una misura innovativa che cuba 40 milioni di euro, internazionalizzazione con 7 milioni; sostegno alle competenze delle PMI, con 5 milioni; commercio, attraverso il rifinanziamento del bando distretti del commercio per ulteriori 10 milioni.

Guido Guidesi
Guido Guidesi

“Sono molto soddisfatto di tutto il lavoro fatto a sostegno del nostro tessuto produttivo; – ha detto l’assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, Guido Guidesi – ritengo che si sia fatto tutto quello che si poteva per aiutare il sistema economico lombardo. Siamo sempre partiti da un concetto che riteniamo fondamentale, solo sostenendo le imprese si può sostenere l’occupazione. Mi sento di affermare che anche grazie a sforzi così importanti le imprese non solo hanno retto ma si sono innovate, sviluppate e continuano ad essere la colonna portante del Paese; grazie, infatti, al rilancio della Lombardia c’è stata una tenuta dell’intera Italia. Il lavoro della Regione non si ferma e insieme a tutto il sistema lombardo stiamo rispettando la programmazione che avevamo presentato mesi fa; programmazione, flessibilità, innovazione e far sistema, come ci hanno insegnato le tantissime aziende visitate in questi 18 mesi”.

Nuovo-pacchetto-economico-per-le-imprese

Il pacchetto investimenti, a sua volta suddiviso in tre linee, destinato alle PMI e alle imprese a media capitalizzazione (MidCap), si propone di agevolare l’attivazione di investimenti finalizzati allo sviluppo aziendale, per il rafforzamento della flessibilità produttiva ed organizzativa, di favorire l’attivazione di investimenti dedicati all’efficientamento energetico degli impianti produttivi al fine di ridurre l’impatto ambientale e di attrarre nuovi investimenti in Lombardia, oltre a consolidare e sviluppare quelli già esistenti.