Fabio Fazio (foto LaPresse)

Top programmi informazione: Fazio, Zoro, Ranucci sul podio. Tg3 supera Giordano

Condividi

‘Che tempo che fa’ domina la graduatoria social dei 15 programmi
d’informazione tv. Anche a novembre dominio dei brand della terza rete: ben sette tra i migliori, con la confermata vitalità delle TgR del Nordest. Rete4 presente
con quattro titoli in classifica.

Alcune delle tensioni sociali e politiche si sono sciolte, c’è il governo di Giorgia Meloni, ma in generale le news e i talk d’informazione a novembre sono tornati a virare anche su temi più leggeri di quelli degli ultimi mesi.
‘Che tempo che fa’, che pure ibrida impegno e intrattenimento, sta comunque continuando a mantenere, specie nella prima parte del programma domenicale, la sua impostazione decisamente informativa. E così mostra di meritare, anche quando l’attenzione del pubblico legata alle emergenze per il Covid e la guerra sembra attenuata, di stare dentro la classifica dei programmi social informativi definita ogni mese da Sensemakers per Primaonline.it.

Molti calano, Fazio pure, ma implementando le videoviews

Nella Top 15 del mese, con il Mondiale di calcio del Qatar a dettare legge nelle classifiche che riguardano gli ascolti (Auditel), il programma di Fabio Fazio, nonostante un calo non risibile, continua a viaggiare con milioni di interazioni di
vantaggio sul secondo in classifica. “Che tempo che fa”, infatti, ha fatto registrare 4,4 milioni di riscontri sulle principali quattro piattaforme (erano 5,3 milioni a ottobre), con ‘Propaganda Live’, secondo, che ne ha ottenuti solo 358 mila (era a 433mila interazioni il mese scarso).
Fazio vince nettamente pure per numero di videoviews, crescendo dai 16,6 milioni di ottobre ai 18,8 milioni di novembre.
Sale sul podio ‘Report’, che in questa fase della stagione, con la concorrenza più moscia di Rai1 (che dopo le partite trasmetteva “Il Circolo dei Mondiali”) è tornato a superare spesso quota 2 milioni di spettatori in tv. In termini di interazioni, il brand d’inchieste di Sigfrido Ranucci si ferma a 280 mila sulle quattro principali piattaforme, ma consegue 3,8 milioni di videoviews su Facebook e Youtube.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT


Al quarto posto per numero di interazioni anche a novembre rimane il Tg3, sorpassando però ‘Fuori dal coro’, in picchiata a 146 mila interazioni (e 437mila videoviews). In termini di visualizzazioni, dietro Fazio arriva il Tg3, a quota 8,3 milioni. Ma per quello che riguarda le interazioni, i primi cinque marchi social in graduatoria e tutti i primi quindici titoli in generale, il quadro delle prestazioni pare complessivamente declinante.

Bianchina e Formigli risalgono la china. Ma di poco

In controtendenza, oltre al già citato ‘Report’, ci sono ‘#CartaBianca’ (salito di un gradino, all’ottavo posto) sempre per la terza rete, ‘Piazzapulita’, per la scuderia de La7, arrivato all’undicesimo posto, e poi ‘TGR Trentino Alto Adige’ (quindicesima) che sta in graduatoria come ‘TGR Friuli Venezia Giulia’ (dodicesima). Interessante il fatto che le due testate del nordest facciano prestazioni rilevanti nonostante un bacino di popolazione relativamente ridotto.

Ranucci rimonta ma rimane lontanissimo

A novembre il cambio più sostanziale nella strategia di pubblicazione è stato quello di ‘Report’, che il mese scorso ha pubblicato un numero di contenuti cinque volte superiore a quello di ottobre, cosa che ha consentito al programma di raddoppiare il dato di engagement e triplicare quello di visualizzazioni video.
I quattro player in crescita sembrano prediligere Facebook e Twitter per distribuire i propri contenuti; solo ‘#Carta Bianca’ vanta una presenza bilanciata sulle tre principali piattaforme Facebook, Instagram e Twitter.
In tema ‘scuderie’, da notare come siano ben sette i brand della terza rete in top quindici. Oltre a quella dei programmi già citati, infatti, va aggiunta la presenza di ‘Blob’ al decimo posto. Rete4, invece, oltre a Mario Giordano ((quinto), piazza in graduatoria Nicola Porro (‘Quarta Repubblica’ settimo), Paolo Del Debbio (‘Dritto e Rovescio’, è tredicesimo), Giuseppe Brindisi (‘Zona Bianca’ è quattordicesimo).

Classifica_Programmidinformazione_TV_bestperformingpost_NOV20221

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

A novembre il post più performante di Fazio è per Elisa

Nella graduatoria dei post, stilata a seconda della piattaforma, a novembre Fabio Fazio domina nettamente su Facebook (che genera la metà del dato d’interazione del programma) e Instagram, ed è in vetta anche su Twitter, ma con un dato molto più ridotto di interazioni.
Sulla piattaforma più anziana, in particolare, ‘Che tempo che fa’ sfiora 3 milioni con il post di Elisa che parla di maternità, che è nettamente quello più cliccato. Mentre a garantire la vetta su Instagram è la letterina di Luciana
Littizzetto a Giorgia Meloni. Infine su Twitter a garantire più attenzione su ‘Che tempo che fa’ è il video che racconta il passaggio nel programma della terza rete di Timothee Chalamet e Luca Guadagnino, in promozione per il film “Bones and All”.

Interessante notare che su Instagram tre dei cinque contenuti più performanti vedono come protagonista Giorgia Meloni. Tra i temi relativamente meno attuali, che però continuano a generare engagement per i programmi d’informazione, ci sono sempre la guerra in Ucraina (due post su quindici) e la pandemia (due post su quindici, entrambi su Twitter).

NOTA_METODOLOGICA_Classifica_Programmidinformazione1