Il genio dell’hacking George Hotz molla Twitter dopo solo un mese

Condividi

Assunto il 18 novembre per migliorare le funzioni del social

Lascia Twitter dopo solo un mese l’hacker Geohot, al secolo George Hotz, assunto da Elon Musk il 18 novembre scorso con l’intento di migliorare la funzione di ricerca del social network e risolvere alcuni problemi di visualizzazione degli avvisi della piattaforma.

Hotz, famoso online per essere stato tra i primi a “sbloccare” l’iPhone nel 2007 e la PlayStation 3 nel 2010, ha dato le dimissioni dopo cinque delle iniziali dodici settimane previste dalla sua fase di inserimento in azienda. In un tweet ha scritto: “Apprezzo l’opportunità, ma non pensavo potesse esservi un reale impatto in quello che stavo facendo. Inoltre, è stato triste vedere appassire il mio GitHub (piattaforma per sviluppatori, ndr). Torniamo alla codifica”.

https://twitter.com/realGeorgeHotz/status/1604945535227420672

Nei giorni scorsi, scrive Ansa, Hotz aveva lanciato su Twitter un sondaggio chiedendo “devo dimettersi da stagista di Twitter? Mi atterrò ai risultati di questo sondaggio. Non è uno scherzo”.

Il 64% degli oltre 81 mila votanti aveva detto di no. In poco più di un mese di permanenza, l’ingegnere ha eliminato l’avviso che compare quando si naviga su Twitter senza essere registrati mentre non è chiaro se abbia ottimizzato gli strumenti di ricerca dei tweet, uno degli obiettivi che si era posto quando, con un post, aveva offerto le sue capacità a Elon Musk.