Dalla Francia segnali di speranza per il cinema

Condividi

Segnali di speranza nei cinema di Francia. Secondo i dati rivelati oggi dal CNC, il Centre National di Cinéma et de l’Image Animée, i cinema d’Oltralpe hanno recuperato tre quarti della frequentazione pre-Covid, con 152 milioni di ingressi nel 2022.

L’anno appena concluso – riporta Ansa – è stato il primo in cui gli esercenti non hanno dovuto chiudere i battenti a causa della pandemia, contrariamente al 2020 e al 2021. E tuttavia, precisa il CNC, il 2022 “è stato un anno di transizione ancora segnato” dalle restrizioni anti-Covid. Il risultato rappresenta un forte aumento rispetto ai 95,5 milioni di ingressi nel 2021 (+59,2%) ma resta “in calo del -26,9% rispetto al periodo pre-Covid e alla media storicamente elevata degli esercizi 2017-2019 (207,9 milioni)”.

Nel Paese dei Fratelli Lumière, negli ultimi mesi, si sono moltiplicati gli appelli, incluso del governo, per indurre il pubblico a tornare al cinema.